Da 3 giugno 2010 3 Commenti Leggi tutto →

Mestruazioni dopo la gravidanza: il capoparto

ADV

Durante la gravidanza, l’organismo femminile produce più estrogeni e progesterone, ormoni che assicurano il proseguimento della gravidanza, ma che bloccano la comunicazione tra ovaio, ipotalamo (una zona del cervello) e ipofisi (una ghiandolina alla base del cervello), meccanismo che regola a sua volta l’arrivo delle mestruazioni. Risultato: mestruazioni assenti per nove mesi.

Dopo la nascita del bambino, l’orologio biologico che regola il ciclo si riattiva. La prima mestruazione, però, non arriva sempre puntuale. Per motivi costituzionali, ma anche legati al fatto di allattare o meno il piccolo al seno. Infatti, circa il 40 per cento delle neomamme che ricorrono all’allattamento artificiale (ma anche quelle che allattano il bambino al seno per meno di un mese) ha la prima mestruazione in media dopo 8-10 settimane dal parto.

I tempi diventano più lunghi, invece, per le mamme che allattano al seno in modo esclusivo: l’organismo produce prolattina, un ormone che garantisce una continua lattazione, ma nel contempo blocca più a lungo il ciclo. Molte donne infatti hanno il capoparto circa dopo 6 mesi dalla nascita del bambino. Mentre alcune altre possono addirittura avere la loro prima mestruazione dopo circa 18 mesi. Questa variabilità dipende dal numero delle poppate, ma anche dall’appetito del piccolo. Se il bambino si attacca molto spesso e e succhia a lungo, la prolattina rimane costantemente alta nell’organismo materno e il ciclo ci mette un po’ di più a riattivarsi.

I primi 5-6 cicli possono essere irregolari, sia come frequenza, sia come quantità. Infatti è facile che si abbiano dei flussi che non rispettano i canonici 28 giorni, anche se prima si avevano mestruazioni regolari. Spesso le prime mestruazioni sono molto ridotte soprattutto il capoparto o in altri casi possono essere molto più abbondanti rispetto al solito. Tutto è comunque nella norma! Anzi la ripresa del ciclo mestruale può anche riservare una sorpresa. Se prima di rimanere incinta l’arrivo delle mestruazioni era caratterizzato da dolori e crampi al basso ventre, quasi per magia, ci si può ritrovare con un ciclo che non dà più problemi. Questo accade perché, durante la sua discesa nel canale del parto, il piccolo allarga anche il collo dell’utero, lo stesso condotto attraverso il quale defluisce il sangue mestruale. Ciò fa sì che l’utero non si congestioni più e non abbia bisogno di contrarsi con maggior vigore per consentire la fuoriuscita del flusso.

E a voi come andata? Dopo quanto tempo avete riavuto le mestruazioni? Sono state dolorose o no?

Immagini:
magazine.paginemediche.it
venetoinfo.it
jash-space.spaces.live.com

3 Comments on "Mestruazioni dopo la gravidanza: il capoparto"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. Diana scrive:

    A me il capoparto è arrivato esattamente dopo 6 mesi dal parto,è durato per circa un mese, poi, dopo un mese di stop, è ritornato per 2 mesi ininterrotti,uno stop di 10gg ed ora ho delle perdite di sangue è normale???Sono un pò preoccupata, il mio dottore aveva detto che sarebbe diminuito, e che dal controllo era tutto ok, è il caso di farne un altro??

    • Paola scrive:

      Diana .. un controllo in più non fa mai male.. cmq penso possa essere nella normalità.. ma non essendo un medico.. ti consiglio una visita al tuo medico 😉

  2. sandra scrive:

    ciao,io ho riavuto il ciclo dopo 2 mesi dal parto,nonostante allattassi esclusivamente al seno,e l’ho fatto per 6 mesi, poi ho continuato fino ai 18 mesi naturalmente insieme alle pappe!!i miei primi cicli dopo il parto sono stati lunghi e soprattutto abbondantissimi x parecchi mesi,stavo facendo la fortuna dei rivenditori di assorbenti!!!!adesso da 3 mesi il ciclo si è regolarizzato,è spesso regolare e nn più abbondante!!ciaoooo,ah,dimenticavo,nn vedo l’ora di avere un altro bimbo!!

Scrivi un commento