Moda bambino: uno sguardo a Pitti bimbo 2012

ADV

Si è conclusa di recente a Firenze l’edizione 2012 di Pitti Bimbo, la settantaquattresima di questo salone della moda dedicata ai più piccoli, unico nel suo genere a livello internazionale  per la rappresentazione completa del mondo moda bimbo e punto di riferimento per le nuove tendenze legate a questo ambito. Quale mamma non si diverte nel vestire il proprio bambino? Quando arrivano i piccoli, spesso si rinuncia a fare shopping per noi, ma come resistere a una felpa, un vestitino, un cappotto che andrebbero così bene per i  nostri bimbi?Se la mamma è una fashon victim, certamente riverserà questa sua passione anche nel curare l’abbigliamento dei propri bimbi. Così, a fronte di mamme che non disdegnano di riciclare i vestiti di amici e cugini per poter risparmiare, ci sono mamme che, potendoselo permettere, riempiono gli armadi dei piccoli di abiti trendy e fashon.

Per tutte le mamme, risparmiose o shopaholic, oggi vi presentiamo un assaggio di ciò che è stato presentato a Pitti Bimbo. Qualche immagine da alcune collezioni per poter immaginare il look dei nostri piccoli o anche solo per divertirsi un po’.

Cominciamo con Fracomina Mini, brand d’abbigliamento per bambine dai 4 ai 14 anni. La collezione autunno inverno 2012 /2013 vedrà come fil rouge un viaggio negli anni ’60 e ’70 per arrivare  al glam metropolitano moderno. Forme trapezoidali e micro abitini, montgomery e cappotti con alamari e colli di pelliccia, capi in denim fanno parte della collezione.

Ancora per le bimbe, ecco la collezione di Elsy, giocata su quattro temi. Grunge, il finto trasandato fatto di maglioni oversize, felpe e abiti realizzati in materiali di pregio come il cachemere e il lambswool. Dandy Girl, ispirato alla vecchia Inghilterra. Pois alternativo, linea in cui pois e righe si mescolano su camicioni, maxipull e abiti da indossare su leggins e jeggins. E infine Colazione da Tiffany, la linea elegante e sfarzosa. A dire la verità, una collazione che indosserei volentieri anche io!

Passiamo ai maschietti e a Ronnie Kay, brand che ha debuttato a Pitti. La collezione Ronnie Kay spazia da una linea college, ispirata alle divise collegiali USA, al modern vintage, ovvero i grandi classici rivisitati, al metropolitan urban, il look metropolitano, fatto di linee essenziali. Polo a righe, parka in denim, pantaloni di velluto a coste, maglie dalle stampe grafiche che ricordano le band musicali. Nella collezione di Ronnie Kay ce n’è per tutti i gusti!

La nostra carrellata su Pitti Bimbo non termina qua, continuate a seguirci e domani ne vedrete ancora delle belle! Buona giornata 🙂

Fonte:

elsyspa.com

fracominamini.com

opinionleader.it

Postato in: Moda

Scrivi un commento