Nasce una bambina, ma la mamma è morta due anni prima!

ADV

Un desiderio di maternità interrotto dalla malattia che non lascia scampo una bimba che non ha visto nascere ma che adesso c’è, finalmente mamma  ma dopo la morte, una notizia che commuove e stupisce ma è la storia una donna israeliana di 35 anni, deceduta  due anni fa per cancro, che desiderava diventare mamma, grazie agli embrioni congelati nel 2009, e alla determinazione del padre, è nata una bambina.

L’uomo si era rivolto all’organizzazione israeliana New Family nel novembre 2009, dopo il decesso della moglie. Il direttore Irit Rosenblum racconta: “il padre della bambina Nisim Ajasch mi ha chiesto di aiutarlo a diventare padre la coppia aveva già fatto diversi tentativi con la fecondazione assistita, prima che la donna si ammalasse di cancro“. Ha dovuto affrontare una difficile battaglia legale,  ma alla fine ha ottenuto dalla procura generale israeliana l’ autorizzazione a portare avanti la gravidanza in un “utero in affitto” con due embrioni congelati.

La bambina è nata negli Stati Uniti da una donna americana, è presto tornerà in Israele, dove il padre vive con una nuova compagna. In Israele la procedura degli uteri in affitto per donne che non riescono a portare avanti una gravidanza è consentita ma solo in presenza di una coppia: è la prima volta che si impiantano embrioni di una donna deceduta.

Scrivi un commento