Da 14 dicembre 2010 0 commenti Leggi tutto →

Natale 2010: i film al cinema

ADV

la-banda-dei-babbi-natale-aldo-giovanni-giacomo-poster-2

Vi abbiamo già parlato dei cartoni animati previsti in uscita per il prossimo Natale. Adesso, ecco una piccola carrellata dei film a tema natalizio in sala o in uscita nei prossimi weekend.

La banda dei Babbi Natale

Se vi piace il trio comico composto dagli strambi Aldo, Giovanni e Giacomo, non potete perdevi La banda dei Babbi Natale, con cui gli scatenati comici tornano sul grande schermo tentando (glielo auguriamo 😉 di replicare gli straordinari successi degli scorsi anni. Il film di quest’anno, diretto da Paolo Genovese, li vede protagonisti di una trama sospesa tra il presente e il passato dei ricordi, forse meno zeppa di rocambololesche avventure, ma sicuramente divertente e mai volgare.

Natale in Sudafrica

A chi non vuole perdersi il classico cinepanettone, e passare qualche ora spensierata in compagnia dei soliti noti di ogni Natale, segnaliamo l’uscita, venerdì prossimo, di Natale in Sudafrica. A cambiare è di volta in volta l’ambientazione (per il 2010, segnato dai mondiali di calcio nello straordinario palcoscenico del Sudafrica, la banda capitanata da Cristian De Sica non poteva non scegliere i magnifici paesaggi del Continente Nero). Se ci andate con i bimbi, mettete in conto qualche battuitina o scena volgare qua e là…

Tornando a casa per Natale

Infine, se alle risate preferite un film di Natale diciamo così… alternativo, vi segnalo Tornando a casa per Natale, del regista norvegese Bent Hamer. Per vederlo, non dovrete aspettare, il film. uscito il 3 dicembre scorso, è già nelle sale. Perché alternativo? Intanto, per l’ambientazione nella fredda Norvegia con le sue atmosfere nevose e rarefatte. Poi, per la trama, in cui si intrecciano e fondono insieme le storie dei diversi personaggi. Ecco uno stralcio della recensione su Mymovies:

Nelle ore prima di Natale si sfiorano le storie di Jordan, ex campione di calcio e ora barbone, di Paul, ragazzino che mente sulla sua religione per rimanere con la sua compagna di classe musulmana, di un papà che può rivedere i figli solo con la maschera di Babbo Natale e di due coppie: una farà nascere il proprio neonato in un cottage senza acqua grazie a un medico sensibile e un’altra clandestina dove lei soffre perché l’amante non si decide a lasciare la moglie. Ognuno di loro cerca di tornare a casa per Natale.

Le sei storie, tratte dalla raccolta “Only Soft Present Under the Tree” del norvegese Levy Henriksen, convergono inun film corale a tratti amaro e malinconico che ci costringe a riflettere sui rapporti matrimoniali, extraconiugali e familiari, sull’amore e, soprattutto, sulla solitudine che permea molti tra i protagonisti. Un film per riflettere, per una volta in barba al consumismo e alla superficialità, sul senso del Natale.

Scrivi un commento