Nausea in gravidanza: i medicinali omeopatici per vivere serenamente i 9 mesi

ADV

 

nausea gravidanza

La nausea in gravidanza è un sintomo piuttosto usuale, soprattutto se si tratta del primo figlio. Si calcola infatti che circa il 70 % delle donne in attesa affronti questa esperienza. La nausea compare in genere tra le sesta e la settima settimana di gravidanza, e può essere un fastidio leggero, oppure produrre effetti più noiosi. Alcune future mamme ne risentono tutto il giorno, altre solo quando sono a stomaco vuoto, altre ancora proprio dopo mangiato.

“In gravidanza è preferibile non esagerare con i farmaci”, spiega la dott.ssa Valentina Petitto, farmacista esperta in omeopatia a Roma ” anche perché i motivi che potrebbero spingerci ad assumerli sono diversi, essendo numerosi i piccoli disturbi che possono accompagnare i nove mesi di attesa”. In caso di nausea, i medicinali omeopatici possono essere un valido aiuto, anche perché sono privi di controindicazioni e di possibili effetti indesiderati.

“Un medicinale che mi capita spesso di consigliare è Cocculine”, dice la dott.ssa Petitto. “Cocculine può essere assunto in caso di nausea, 2 compresse ogni ora”. Ma cosa contiene? “E’ un medicinale composto da quattro farmaci omeopatici: Anamirta cocculus 4 CH, Nicotiana tabacum 4 CH, Petroleum 4 CH, Strychnos nux vomica 4 CH”.

Cocculine può essere accompagnato da Sepia 9 CH, 5 granuli al mattino e da Luteinum 15 CH, 5 granuli la sera, che possono aiutare nel contrasto del vomito e dell’ipersensibilità agli odori.

Nausea gravidanza

La nausea in gravidanza, oltre che con i farmaci omeopatici, può essere superata anche seguendo alcuni semplici consigli. È, infatti, causata da cambiamenti ormonali che agiscono sul metabolismo e che possono essere quindi bilanciati dalla dieta. “Ad esempio, in presenza del classico calo di zuccheri”, dice la dott.ssa Petitto, “è consigliabile assumere carboidrati, quali pasta, pane, cereali, o riso”.

Inoltre, è importante cercare di evitare di rimanere a stomaco vuoto, preferendo piccoli pasti leggeri e frequenti, piuttosto che grandi abbuffate. Tenere a portata di mano dei biscotti o dei crackers e bere acqua preferibilmente lontano dai pasti sono accorgimenti molto utili. Anche le tisane possono aiutare. “In presenza di ipersalivazione e conati, è consigliabile l’assunzione di Nux Vomica 9 CH, 5 granuli ogni ora per frenare il vomito”, consiglia la dott.ssa Petitto.

Oltre alla dieta, per affrontare la nausea in gravidanza è importante anche svolgere attività fisica regolarmente. Un’attività leggera, connaturata allo stato di attesa: una semplice passeggiata dopo i pasti ad esempio. E, sempre, molto riposo.

Scrivi un commento