Da 3 gennaio 2011 0 commenti Leggi tutto →

Nintendo: i giochi in 3D danneggiano la vista dei bambini

ADV

In anticipo rispetto al lancio della nuova console Nintendo 3DS (previsto per il 26 febbraio in Giappone) è comparso un avvertimento sul sito della nota società giapponese che produce videogame: poiché la vista fino a 6 anni è in fase di crescita – si legge – le immagini in 3D possono avere un impatto negativo sullo sviluppo della vista dei bambini. La  Nintendo 3DS crea l’illusione 3D senza bisogno di indossare occhiali, e può perciò causare una tensione oculare che alla lunga può dare nausea.

Anche la Sony in giugno ha fatto una raccomandazione simile per l’utilizzo della sua PlayStation3. Il consiglio della Sony è di fare pause regolari mentre si guarda un video o si fa un gioco in 3D.

La Nintendo raccomanda pause ogni 30 minuti mentre si fa un gioco in 3D, a qualunque età. E la nuova 3DS prevede la possibilità di fare solo giochi a 2D.

Secondo il dottor Michael Ehrenhaus, oftalmologo presso New York Cornea Consultants, la preoccupazione di Nintendo e Sony sarebbe eccessiva, ed è difficile prevedere se ci saranno danni allo sviluppo della vista dei bambini. Tuttavia, in casi di ambliopia – detta comunemente occhio pigro, patologia di chi ha un occhio che vede meglio dell’altro,  frequente durante i primi anni di vita – sarebbe opportuno evitare la tensione oculare causata dalla visione in 3D, fino a 8 anni di età.

Immagine: www.gamesblog.it

Fonte: www.foxnews.com

Scrivi un commento