Da 11 febbraio 2010 0 commenti Leggi tutto →

Non riesco a rimanere incinta: perchè?

Non riesco a rimanere incinta: perché? Questa è la domanda più frequente che molte donne si pongono quando cercano di avere un bambino. Una domanda che lascia nel cuore una grande tristezza. Ma vediamo insieme quali possono essere le cause per cui una donna non riesce a rimanere incinta.

Mancata o difettosa ovulazione

E’ alla base della maggior parte delle donne che non riescono a rimanere incinte in quanto se l’ovulo non matura o non è in grado di essere fecondato, la gravidanza diventa impossibile. Se la mancata o difettosa ovulazione sono legate ad anomalie genetiche o a menopausa precoce (cioè all’esaurimento precoce degli ovuli disponibili alla fecondazione), la possibilità di terapia è praticamente nulla. I sintomi, che di solito si manifestano prima che ci siano problemi di fertilità, sono la mancanza di mestruazioni o una loro grave irregolarità.

Sono invece considerati meno gravi, e quindi più facilmente trattabili, i casi in cui la mancata o difettosa ovulazione dipende da particolari conformazioni dell’ovaio (ovario sclerocistico o policistico) o da insufficienze ormonali. I segnali che possono mettere in allarme con una crescita eccessiva dei peli superflui e la comparsa di acne anche nelle non giovanissime. All’origine delle insufficienze ormonali possono esserci cause organiche, ma anche conflitti emotivi o situazioni di stress. Un caso particolare è quello della magrezza eccessiva, infatti quando la quantità di grasso scende sotto un certo limite, l’ipotalamo blocca l’ovulazione per impedire che l’organismo affronti una gravidanza in condizioni di eccessiva debolezza. E’ ciò che succede dopo una cura dimagrante violenta o quando si è affette da patologie alimentari come l’anoressia e la bulimia.

Difetti tubarici

Nella maggior parte dei casi la donna non rimane incinta a causa di difetti delle tube che raramente manifestano sintomi evidenti. Nella maggior parte dei casi le tube risultano totalmente o parzialmente occluse. Le cause possono essere precedenti infezioni locali (a volte tanto leggere da essere passate inosservate), un’operazione all’addome (ad esempio, l’appendice tolta in tenera età) oppure malformazioni congenite. In altri casi le tube risultano poco mobili, quindi non in grado di “condurre” l’ovulo verso l’utero. La causa può essere un precedente intervento oppure l’avvicinarsi della menoapusa.

L’endometriosi

E’ una malattia piuttosto diffusa e di origine sconosciuta, che consiste nella presenza di endometrio (che è il rivestimento della cavità uterina) al di fuori della sede naturale. Questa situazione anomala, che spesso non procura disturbi, può causare alterazioni croniche nelle tube e nelle ovaie (cisti), aderenze e cicatrici e quindi la difficoltà della donna a rimanere incinta.

Le anomali dell’utero

Le malformazioni dell’utero possono evitare che la donna possa rimanere incinta, ma più spesso sono la causa di aborti spontanei ripetuti.

E se invece fosse il partner ad avere problemi? La fertilità maschile dipende in gran parte dal numero e dalle caratteristiche degli spermatozoi nel liquido seminale e all’origine della maggior parte dei casi d’infertilità c’è un difetto del testicolo che impedisce la normale produzione di spermatozoi. Vediamo insieme quali possono essere le varie cause di infertilità maschile.

Difetti congeniti del testicolo

Il più comune è la mancata discesa, di uno o entrambi, dei testicoli nello scroto e se il difetto non viene corretto nella prima infanzia, il testicolo risulta danneggiato.

Varicocele

Una delle cause più frequenti di infertilità è il varicocele, cioè una forma varicosa delle vene dello scroto, la temperatura del testicolo interessato diventa troppo alta e interferisce con la mobilità degli spermatozoi.

Difetti funzionali del testicolo

Possono crearsi nel corso degli anni in seguito a intossicazioni da eccesso di fumo e alcool, tossicodipendenza, assunzione di farmaci, esposizione prolungata a radiazioni o alle alte temperature.

Ostruzioni o alterazioni delle vie seminali

Un’altra causa che sta diventando sempre più frequente è legata alle infezioni locali mal diagnosticate e quindi curate malamente o non curate affatto perché non danno sintomi. Non si tratta solo delle classiche malattie veneree, come la gonorrea e la sifilide, ma anche di infezioni batteriche o virali molto più comuni che nei casi più gravi possono provocare ostruzioni o alterazioni delle vie seminali.

Alterata produzione ormonale

La produzione di spermatozoi non può avvenire normalmente non c’è una normale produzione di ormoni da parte dei testicoli, dell’ipofisi e dell’ipotalamo. Anche nell’uomo i conflitti emotivi e lo stress possono incidere sulla fertilità interferendo con la produzione ormonale.

Immagini:
images.com by Image Source

Blogmamma.it ha carattere divulgativo. I punti di vista e le informazioni date non intendono in nessun caso sostituirsi al parere del medico, che invitiamo sempre a consultare in caso di dubbio.

Scrivi un commento