Da 4 luglio 2011 0 commenti Leggi tutto →

Nuovi tagli nelle scuole milanesi

ADV

Dopo i tagli al personale docente, sono previsti per il prossimo anno scolastico a Milano nuovi tagli sul personale Ata, gli ausiliari tecnici e amministrativi, quindi personale di segreteria (162 in meno, per l’esattezza), tecnici di laboratorio (-25), commessi (-400).  I tagli riguardano le scuole di ogni ordine e grado, dall’infanzia fino alle superiori, ma a farne le spese saranno soprattutto i più piccoli, dalla materna alle elementari.

E’ infatti con i più piccoli che l’aiuto dei commessi è prezioso: perché la loro sorveglianza è fondamentale nei corridoi, all’ingresso e all’uscita da scuola, durante la ricreazione alle elementari, e quando i piccoli vanno in bagno, alla scuola dell’infanzia.

Inoltre, spesso l’aiuto dei commessi è indispensabile anche con i bambini e i ragazzi disabili. I tagli sul personale di sostegno infatti hanno costretto molte scuole a ripiegare sull’aiuto del personale non docente per assistere i disabili in determinati momenti della giornata. Ora verrà a mancare anche il loro supporto.

E, se si considera che l’anno prossimo ci saranno circa 3mila alunni in più, il fabbisogno di personale Ata salirà, rendendo quindi ancora più gravi i tagli.

Secondo il preside del Berchet Innocente Pessina “Così le scuole non sono messe in condizioni di lavorare. Le manovre non possono sempre rispondere solo a esigenze economiche.”

Voi cosa ne dite? Possiamo ancora sperare che si riprenda a investire nella scuola pubblica, dopo tanti tagli?

Fonte: www.milanorepubblica.it

Immagine: www.scuolafraggianni.it

Scrivi un commento