Da 1 gennaio 2010 1 commento Leggi tutto →

Nuovo test sulla saliva per prevenire parto prematuro

ADV

Secondo una ricerca dell’University College e del Kng’s College di Londra, pubblicata sulla prestigiosa rivista British Journal of Obstetrics and Gynecology, un semplice test sulla saliva delle future mamme, da raccogliere in un contenitore, per identificare la quantità di progesterone, potrebbe aiutare a riconoscere e prevenire un parto prematuro infatti, lo studio ha scoperto che le donne che vanno in travaglio troppo presto, prima della 34 settimana di gestazione, hanno livelli molto bassi di progesterone nella saliva.

Questo test, però, è al momento solo ipotetico e non si sa quando potrebbe rientrare nella pratica clinica nel nostro Paese. I ricercatori prevedono non prima di due anni perché, affermano, il test è ancora oggetto di studio e ha bisogno di essere convalidato su un più grande gruppo di donne rispetto al numero di partecipanti dello studio.
Il test della saliva, che si deve effettuare alla 24° settimana, potrebbe, dunque, identificare presto le donne più esposte a rischio parto prematuro e aiutare a ridurre le nascite pretermine e i rischi a esse connesse. Poiché il test non è ancora disponibile, non esiste attualmente un buon sistema di prevenzione. Alcuni recenti studi suggeriscono che il trattamento con progesterone potrebbe essere efficace, ma questo deve essere confermato da ulteriori ricerche. Comunque, una volta allertata che può avere un parto prematuro, la donna dovrebbe essere visitata più spesso dal ginecologo, così che un trattamento adeguato possa essere somministrato non appena compaiono i primi sintomi.

Attualmente un parto prematuro si può prevedere con due test. Uno è la misurazione della fibronectina fetale attraverso tamponi presi dalla parte superiore della vagina, l’altro è la cervicometria, cioè la misurazione della lunghezza della cervice uterina con l’ecografia, (la cervice si accorcia verso la fine della gestazione se si accorcia prima può svelare un parto prematuro).

Immagine:
sciencemuseum.org.uk

1 Comment on "Nuovo test sulla saliva per prevenire parto prematuro"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. Io Mamma scrive:

    Ma se il parto prematuro avviene a quanto pare c’è sempre l’ “Effetto Mozart” 🙂

    http://www.iomamma.org/salute/neonati-prematuri-e-gravidanza-star-meglio-con-l-effetto-mozart

Scrivi un commento