Omeopatia? Amica per la pelle

ADV

Terapia Omeopatica-dermatologia

Siete convinte che l’omeopatia sia utile solo in caso di allergie stagionali, influenza, trattamento di stati ansiosi, traumi? Sbagliato…uno degli ambiti in cui la terapia omeopatica riesce a rivelarsi davvero un alleato prezioso è quello della dermatologia.
Cellulite, acne, herpes labiale e tanti altri disturbi che possono compromettere l’aspetto estetico possono essere infatti trattati con l’ausilio dei medicinali omeopatici.
La terapia omeopatica non deve essere confusa con un trattamento estetico – tiene a precisare il dottor Ruggero Cappello, medico chirurgo esperto in omeopatia.
Esistono però alcuni medicinali omeopatici che possono avere una funzione coadiuvante nella cura di alcuni inestetismi, favorendo un migliore aspetto della cute e, di conseguenza, anche lo stato di benessere globale del paziente”.

Scopriamo ora quali medicinali sono consigliabili in linea generale in base ai diversi sintomi con il parere del medico.

Abbasso la cellulite…

Non si tratta di un inestetismo ma di una vera e propria patologia, di cui soffre ben l’80-90% delle donne, che determina una serie di alterazioni a livello dei tessuti che determinano la cosiddetta “pelle a buccia d’arancia”. I cosmetici in commercio favoriscono un miglioramento degli inestetismi cutanei della cellulite, senza però intervenire direttamente sulle origini del problema: i medicinali omeopatici possono essere molto utili proprio in questo caso. “Sarebbe inesatto affermare che con i medicinali omeopatici si riesce a risolvere completamente il problema – dice il dottor Cappello -, ma si può sicuramente intervenire rallentando questo disturbo”.

Un esempio di terapia omeopatica:

  • Thuya occidentalis 9 CH: in caso di cellulite su gambe e bacino e tendenza all’aumento del girovita (5 granuli da assumere mattino e sera)
  • Natrum sulfuricum 9 CH: indicato per la cellulite diffusa (5 granuli da assumere mattino e sera)
  • Badiaga 5 CH: per casi di cellulite dura e dolorosa (5 granuli per 3 volte al giorno)

In tutti i casi di cellulite il medico consiglia il ricorso ad aiuti topici come Hypericum perforatum Tintura madre e Rhus toxicodendron Tintura madre, da miscelare in parti uguali e da utilizzare per massaggi.

Per una pelle più sana

L’acne è una problematica propria delle pelli giovani e impure, ma che in certi casi può colpire anche le donne tra i 30 e i 40 anni di età. In questi casi prende il nome di acne rosacea ed è caratterizzata da un arrossamento permanente del volto, e lesioni simili a quelle dell’acne soprattutto sulle guance e sulla fronte. “A livello locale – dice il dottor Cappello – per dare sollievo alla cute può essere molto utile la Calendula officinalis, pianta dall’azione lenitiva e addolcente”.

Un esempio di terapia omeopatica:

  • Sanguinaria canadensis 7 CH, 5 granuli da assumere mattina e sera
  • Thuya occidentalis 30 CH, 5 granuli al mattino

Pronto soccorso omeopatico contro l’herpes labiale

Si presenta in caso di un abbassamento delle difese immunitarie o stress, e compromette seriamente l’aspetto del viso. Per questo l’herpes labiale viene considerato un acerrimo nemico da moltissime donne, che tuttavia può essere affrontato fin dai primi sintomi con un intervento mirato.

Un esempio di terapia omeopatica:

  • Rhus toxicodendron 9 CH: per i primi sintomi, 5 granuli ogni 2 o 3 ore.
  • Cantharis 5 CH: in fase conclamata, 5 granuli ogni 2 o 3 ore.
  • Pulsatilla 30 CH: se l’herpes coincide con il ciclo mestruale, 5 granuli da assumere al mattino.

Articoli consigliati

Scrivi un commento