Da 14 maggio 2012 0 commenti Leggi tutto →

Omeopatia e pediatria: perché si può

ADV

Il tuo piccolo è malato e tu vorresti curarlo nel miglior modo possibile, ma senza usare troppi farmaci che possano dare effetti collaterali. In questo caso, una delle possibilità terapeutiche più “dolci” ed efficaci è rappresentata dall’omeopatia. Secondo molti specialisti, tra l’altro, i bambini rispondono alla terapia omeopatica in maniera particolarmente significativa: il loro sistema immunitario è infatti ricettivo e meno provato da tutto ciò che mina l’organismo dell’adulto. Di questo parere è anche la dott.ssa Elena Bosi, pediatra esperta in omeopatia che ci ha spiegato i principali vantaggi nell’utilizzo di medicinali omeopatici in pediatria.

  • I prodotti omeopatici sono privi di effetti collaterali: essendo diluiti, i medicinali omeopatici risultano privi di tossicità, pur mantenendo la loro efficacia. Per tale motivo possono essere somministrati in assoluta sicurezza anche ai bambini più piccoli.
  • Possono essere usati in prima scelta per diverse patologie: la terapia omeopatica è utile per la cura di numerose patologie, in particolare quelle più frequenti in età pediatrica, ovvero le infezioni virali (raffreddori, faringiti, tonsilliti, otiti, laringiti, ecc.) per le quali, se non vi sono complicazioni, gli antibiotici sono controindicati. Gli omeopatici possono essere d’aiuto anche nelle allergie stagionali (riniti e congiuntiviti ) e nei bambini che manifestano stati ansiosi ed emotivi, come irritabilità, nervosismo e disturbi del sonno. Molto utile è la prevenzione delle patologie invernali con l’ omeopatia che agisce stimolando il sistema immunitario del bambino. Un medicinale che spesso prescrivo per ridurre la frequenza delle malattie respiratorie recidivanti, tipiche dei bimbi che frequentano l’asilo, è l’Oscillococcinum. Il mio consiglio è iniziare ad utilizzarlo una volta alla settimana da settembre a marzo, ovvero nel periodo di maggiore esposizione ai virus respiratori.
  • I medicinali omeopatici sono facili da somministrare: le forme farmaceutiche specifiche dell’omeopatia sono i granuli e i globuli, che vanno lasciati sciogliere sotto la lingua. Nel caso in cui il bimbo sia molto piccolo, sarà utile sciogliere i granuli in acqua oligominerale, nel biberon, evitando di aggiungere tisane o sostanze aromatiche.
  •  , anche tradizionali, qualora ciò sia necessario per la situazione clinica (es. infezioni in cui sia necessaria la terapia antibiotica). In tali casi, ciò permetterà di ridurre i tempi di guarigione e migliorare i sintomi.

Con la consulenza della dott.ssa Elena Bosi, pediatra ed esperta in omeopatia

Scrivi un commento