Ecco cosa può ​accadere​ durante un pomeriggio trascorso a preparare cake pops di biscotti insieme a 2 bambine.
100 menu a misura di bambino dall'antipasto a dolce scritti dalle mamme blogger: scarica l'e-book!
Da 8 febbraio 2010 0 commenti Leggi tutto →

Orticaria bambini: cause e rimedi

Chiazze rosse e in rilievo di dimensioni variabili, che possono confluire tra loro, interessando zone anche molto estese della superficie corporea. Ecco i sintomi di una manifestazione cutanea piuttosto comune, l’orticaria. Una patologia comune nei bambini predisposti che non deve allarmare i genitori, perché non ha conseguenze per la salute del bambino.

Il fattore che scatena il disturbo è l’istamina, una sostanza presente in alcune cellule dell’organismo che, in determinate condizioni, viene “liberata” provocando dilatazione dei capillari e aumento della permeabilità dei vasi. I sintomi sono gonfiore, formazione di ponfi e prurito. I ponfi possono scomparire spontaneamente nell’arco di alcune ore oppure persistere per diversi giorni o, addirittura, per settimane. Se il disturbo si protrae per un periodo superiore alle sei settimane, si tratta di un’orticaria cronica. Anche il questo caso, la sintomatologia si limita al prurito e al disagio “estetico”, senza compromettere la salute del bambino.

Nonostante l’orticaria sia piuttosto frequente, nella maggior parte dei casi scoprirne la causa è difficile ma in alcuni casi, all’origine della manifestazione cutanea c’è:
- una reazione allergica a un farmaco (ad esempio, antibiotici, anti-infiammatori o anti-dolorifici). Può accadere con un medicinale che viene assunto per la prima volta, ma anche con un farmaco che in passato era giù stato somministrato al bambino senza che si verificasse alcuna reazione avversa;
- una causa alimentare se il bambino è allergico a un determinato cibo, può accadere che il organismo reagisca liberando istamina;
- alcuni fattori chimico-fisici come l’esposizione al sole, il caldo o il freddo, il contatto con acqua calda o fredda, possono in soggetti predisposti, scatenare l’orticaria;
- un’infezione in corso virale, batterica, miotica o parassitaria;
- lo stress che potrebbe determinare la comparsa dei ponfi rossi o accentuare il disturbo.

Quali sono i rimedi per alleviare i sintomi?

Se si è individuata la causa del problema, è possibile prevenire nuovi episodi di orticaria evitando l’assunzione o il contatto con il fattore scatenante. Tuttavia, quando il problema dipende da stimoli fisici, quali il caldo o il freddo, non è possibile “difendersi” completamente. Così non resta che convivere con il disturbo, ricordando che si tratta di un inconveniente che si risolve da solo in breve tempo. In caso di prurito o manifestazioni cutanee estese, il medico può valutare l’opportunità di prescrivere antistaminici per via orale con cui è possibile controllare il prurito ma, normalmente, i ponfi non spariscono completamente.

Immagini:
smartparenting.com.ph
italiansoflondon.com
pediatria.univ.trieste.it
rch.org.au

Blogmamma.it ha carattere divulgativo. I punti di vista e le informazioni date non intendono in nessun caso sostituirsi al parere del medico, che invitiamo sempre a consultare in caso di dubbio.

Scrivi un commento