Bollino rosa per gli ospedali amici delle donne

ADV

Bollino rosa

Il bollino rosa è stato assegnato quest’anno a 230 ospedali italiani  che secondo l’Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna (O.N.Da) si distinguono per l’offerta di servizi dedicati alla prevenzione, diagnosi e cura delle principali patologie femminili ma soprattutto si caratterizzano per la centralità della donna come focus portante di tutta la loro attività.

Dalle strutture maggiormente qualificate nella cura di patologie specifiche, ai reparti di ginecologia e ostetricia all’avanguardia, sino ai servizi di mediazione linguistica e all’offerta di residenze per le lunghe degenze.

Il bollino rosa

Dal 2007, ogni due anni, l’O.N.Da presenta un elenco degli ospedali che offrono le prestazioni e i servizi migliori per le donne. Una rete di strutture ospedaliere di qualità distribuite su tutto il territorio nazionale ma che sottolinea il primato assoluto della Lombardia. Questa regione detiene il record d’eccellenza ospitando ben 63 strutture con il bollino rosa, seguono il Veneto con 23 e il Lazio con 21.

Dal sito di O.N.Da è possibile accedere alla mappa che localizza le  strutture in ogni regione e per ciascuna di esse offre una scheda dettagliata che descrive i servizi che vengono offerti e per quali peculiarità si caratterizza.

Ma come si ottiene il bollino rosa?

I parametri che vengono valutati sono tre:

  • servizi clinici: prestazioni erogate nell’ambito dei percorsi diagnostico terapeutici per il trattamento di patologie femminili, suddivise per area specialistica.

  • servizi aggiuntivi: servizi di supporto offerti dell’Ospedale per agevolare la paziente nel pre-ricovero, durante e dopo la degenza.

  • fiori all’occhiello: servizi clinici e aggiuntivi in cui l’ospedale eccelle o presenta peculiarità uniche.

Ospedali bollino rosa

L’obiettivo di O.N.Da per il prossimo biennio è trasformare il bollino rosa, in una vera e propria certificazione che possa servire come un modello di buone pratiche da diffondere in tutte le strutture italiane, per far si che l’Ospedale a misura di Donna possieda le stesse caratteristiche e si qualifichi per eccellenza e specificità.

 

 

Articoli consigliati

Scrivi un commento