Da 7 ottobre 2010 0 commenti Leggi tutto →

Panini per il pranzo dei bambini. Si può?

L’ingrediente principale di un panino è proprio il pane, che ormai è facile acquistare di tanti tipi diversi, con farina bianca, integrale, di semola, segale o cereali misti. Questa ampia disponibilità permette non solo di cambiare spesso il sapore del panino, ma anche di scegliere il pane più adatto per l’età e i gusti di ciascun bambino. Per chi invece volesse farlo in casa oggi ci sono macchine facilissime da usare o se volete qui trovate la ricetta della nonna del pane fatto in casa!

Un panino può tranquillamente sostituire in modo divertente tutto il pasto senza che venga a mancare il giusto apporto nutritivo. Infatti, la carne, il pesce e gli altri alimenti che forniscono le proteine si possono chiudere tra due fette di pane che, a loro volta, sostituiscono validamente i carboidrati e l’energia di un primo di pasta o di riso.

Quindi preparato o acquistato, ciò che conta è farcirlo a regola d’arte. Vediamo insieme come!

  • Tostare il pane affettato prima di farcirlo, specie quello con tanta mollica.
  • Spalmarlo con un po’ di burro (a temperatura ambiente) che aggiunge sapore e allo stesso tempo lo protegge dall’umidità della farcitura.
  • Farcirlo solo al momento di servire in modo che il panino resti croccante. Se lo si prepara in anticipo mettere tra pane e farcitura una foglia di lattuga che farà da barriera all’umidità. Poi avvolgerlo nell’alluminio e tenerlo in frigorifero.

Per i bambini più grandi, che sono sempre in movimento e hanno bisogno di tanta energia, il panino con la carne è il panino più adatto. Deve essere, però, una carne “speciale” come il petto di tacchino e di pollo, l’arrosto di agnello e il roast beef. Naturalmente qualche foglia di insalata o una fettina di pomodoro non possono mancare ma nascoste ben bene tra la carne, così che non si notino troppo 😉

Per i più piccoli o per quelli che fanno storie a mangiare allora i panini con pane morbido sono gli ideali perché sono sottili e se ne possono preparare di vari gusti! Con questi panini è bene puntare sul formaggio fresco, scegliendo quelli morbidi come la crescenza, il caprino, la ricotta, il tomino, la provola dolce, la scamorza e la mozzarella che hanno sapore fresco e non accentuato. Abbinateli con l’uovo sodo tritato, il prosciutto e mettete un po’ di allegria con qualche fogliolina di menta o basilico. Se pensate di farcirli con provola, scamorza e mozzarella allora una bella idea sarebbe scaldarli quanto basta perché il formaggio si ammorbidisca e inizia a filare. Ma attenzione vanno serviti subito, altrimenti diventano duri ed elastici e sicuramente poco invitanti!

Anche a voi ogni tanto capita di far pranzare i piccoli con un panino ben farcito?

Immagini:
100percentpeople.com
nydailynews.com
askamum.co.uk

Panini a pranzo per i bambini. Si può?

L’ingrediente principale di un panino è proprio il pane, che ormai è facile acquistare di tanti tipi diversi, con farina bianca, integrale, di semola, segale o cereali misti. Questa ampia disponibilità permette non solo di cambiare spesso il sapore del panino, ma anche di scegliere il pane più adatto per l’età e i gusti di ciascun bambino. Per chi invece volesse farlo in casa oggi ci sono macchine facilissime da usare o se volete qui trovate la ricetta della nonna del pane fatto in casa!

Un panino può tranquillamente sostituire in modo divertente tutto il pasto senza che venga a mancare il giusto apporto nutritivo. Infatti, la carne, il pesce e gli altri alimenti che forniscono le proteine si possono chiudere tra due fette di pane che, a loro volta, sostituiscono validamente i carboidrati e l’energia di un primo di pasta o di riso.

Quindi preparato o acquistato, ciò che conta è farcirlo a regola d’arte. Vediamo insieme come!

Tostare il pane affettato prima di farcirlo, specie quello con tanta mollica.

Spalmarlo con un po’ di burro (a temperatura ambiente) che aggiunge sapore e allo stesso tempo lo protegge dall’umidità della farcitura.

Farcirlo solo al momento di servire in modo che il panino resti croccante. Se lo si prepara in anticipo mettere tra pane e farcitura una foglia di lattuga che farà da barriera all’umidità. Poi avvolgerlo nell’alluminio e tenerlo in frigorifero.

Per i bambini più grandi, che sono sempre in movimento e hanno bisogno di tanta energia, il panino con la carne è il panino più adatto. Deve essere, però, una carne “speciale” come il petto di tacchino e di pollo, l’arrosto di agnello e il roast beef. Naturalmente qualche foglia di insalata o una fettina di pomodoro non possono mancare ma nascoste ben bene tra la carne, così che non si notino troppo 😉

Per i più piccoli o per quelli che fanno storie a mangiare allora i panini con pane morbido sono gli ideali perché sono sottili e se ne possono preparare di vari gusti! Con questi panini è bene puntare sul formaggio fresco, scegliendo quelli morbidi come la crescenza, il caprino, la ricotta, il tomino, la provola dolce, la scamorza e la mozzarella che hanno sapore fresco e non accentuato. Abbinateli con l’uovo sodo tritato, il prosciutto e mettete un po’ di allegria con qualche fogliolina di menta o basilico. Se pensate di farcirli con provola, scamorza e mozzarella allora una bella idea sarebbe scaldarli quanto basta perché il formaggio si ammorbidisca e inizia a filare. Ma attenzione vanno serviti subito, altrimenti diventano duri ed elastici e sicuramente poco invitanti!

Anche a voi ogni tanto capita di far pranzare i piccoli con un panino ben farcito?

Immagini:

100percentpeople.com

nydailynews.com

askamum.co.uk

Scrivi un commento