Il parto positivo: che cosa significa?

Parto_positivo

Che cosa si intende quando parliamo di parto positivo?

Che cosa rende un parto un’esperienza positiva o meno?

Ne abbiamo parlato con due esperte in materia. Due donne che hanno trasformato una loro ambizione in una realtà.

Vediamo insieme di che cosa si tratta.

Parto_positivo

Una definizione di parto positivo

Il blog Parto Positivo  nasce da una collaborazione tra due donne, due mamme e due professioniste tanto distanti quanto complementari.

Si tratta di Cecilia Antolini, di professione filosofa Silvia Dalvit Ménabé una neuroscienziata.

parto positivo

Silvia Dalvit Menabe

parto positivo

Cecilia Antolini

Trapiantate a Londra e reinventate professionalmente dopo lunghi studi accademici e 5 figli (2 una e 3 l’altra), Cecilia e Silvia hanno un sogno:

che ogni donna abbia gli strumenti per affrontare gravidanza, parto e maternità in modo positivo.

Caratteristiche

Come raccontano sul blog Cecilia e Silvia il parto positivo:

Non è la pretesa irresponsabile di genitori fantasiosi.

Non c’entrano per forza gli hippies, i tatuaggi all’hennè e la placenta fritta. Un parto positivo non è neanche necessariamente un parto naturale.

Un parto positivo è, come tutte le esperienze positive della vita, qualcosa che si ricorda con piacere e senza rimpianti.

Anche quando, come la vita, non va esattamente secondo i piani.

Come funziona

Il parto positivo è semplicemente un parto in cui tutti gli attori coinvolti, dai genitori alle ostetriche siano coinvolti.

Il parto positivo oggi è una realtà che in Italia mette a disposizione dei genitori in attesa le informazioni e i contenuti di neuroscienze inerenti a gravidanza, parto e prima genitorialità. Nonché l’approccio anglosassone Hypnobirthing, riadattato al sistema italiano per le ostetriche, psicologhe, operatori sanitari che si occupano di parto e maternità.

Che cos’è l’Hypnobirthing?

Il termine inglese Hypnobirthing indica un metodo che permette alla donna di mantenere il controllo, la calma e l’assenza di stress durante il travaglio e il parto.

Attraverso diverse tecniche ed esercizi le future mamme imparano ad alleviare il disagio e lo stress spesso associato alla gravidanza e al parto.

Non pensate però che questo avvenga perché la mamma cade in trance o in balia di strane pratiche esoteriche.

La futura mamma imparando a rilassarsi grazie alla corretta respirazione ha il pieno controllo di ciò che accade. In questo modo facilita naturalmente la produzione degli ormoni della nascita, come l’oxitocina e l’endorfina che lavorano in maniera corretta, mantenendo bassi i livelli di adrenalina nel sangue.

parto positivo

Informazioni

Cecilia e Silvia formano educatori ed educatrici sul parto positivo.

Sul sito web potete trovare il calendario dei corsi e l’indice delle persone, ordinate per regione geografica che sono educatrici riconosciute.

Inoltre da pochi giorni hanno pubblicato il libro“I MIEI QUATTRO TRIMESTRI – ESERCIZI DI POSITIVITÀ”. Un libro per leggere ma soprattutto per fare.

Perché come affermano le autrici:

un Parto Positivo non si studia sui libri ma si prepara con il corpo (e con la mente) nella vita quotidiana!

 

 

 

Articoli consigliati

Scrivi un commento