Pasqua: come decorare e dipingere le uova

ADV

uova di pasqua decorate

La tradizione pasquale dei Paesi del Nord e di quelli anglosassoni vuole che anche in questo periodo la casa sia decorata come in quello natalizio. Realizzare dei centrotavola con le uova decorate o delle composizioni da lasciare qua e là nelle stanze prendendo spunto da questa tradizione potrebbe essere un’idea: darebbero un tocco di primavera e di clima pasquale a tutta la casa.

Vogliamo indicarvi qualche spunto per abbellire la vostra casa o la tavola di Pasqua indicandovi come si fa a  decorare e dipingere le uova, simbolo per eccellenza di questo periodo.

Cominciamo con la tecnica per  svuotare le uova, la conoscete già? Ve la ricordiamo:

  • sistemate le uova in un pentolino coperte di acqua tiepida
  • chiudete con il coperchio e accendete il fornello a fiamma moderata
  • portate a bollore e contate tre,  massimo quattro minuti
  • spegnete e raffreddate sotto l’acqua le uova
  • a questo punto praticate due fori alle estremità e soffiate

In questo modo, con qualche minuti di bollore, il guscio rimarrà più duro rispetto alla stessa operazione eseguita con l’uovo a crudo.

L’alternativa è che si utilizzino le uova sode. Potreste decorarle o dipingerle con i colori alimentari e metterle in tavola per la colazione del giorno di Pasqua o come antipasto per il pranzo.

Ora le uova sono pronte per essere decorate come più vi piace. Esistono tanti metodi, vediamone alcuni:

  • Potreste immergere le uova sode o svuotate in una pentola d’acqua colorata. Anche in questo caso a voi la scelta: se tempere, carta velina o altri coloranti che non permettono successivamente di mangiare l’uovo oppure coloranti alimentari. Si possono utilizzare sia quelli che usate per decorare le torte che degli alimenti già naturalmente colorati, come la barbabietola, ad esempio. In ogni caso, il primo passaggio sarà far bollire l’acqua con gli agenti coloranti, di modo che possa prendere un colore uniforme e poi immergervi le uova, tenendole a bagno per almeno un paio d’ore.
  • altro metodo è quello di utilizzare le tempere e dipingere voi (e i vostri piccoli) manualmente. Potreste decidere per una base di colore uniforme (ricordate che ci vorranno almeno due mani per impregnare bene il guscio) e poi di procedere con i dettagli. Oppure  colorare e poi aggiungere, incollandole, delle decorazioni.

Insomma, di idee per decorare, una volta decisa e appresa la tecnica, ce ne sono molte. Domani ne vedremo alcune per ispirarci meglio e trascorrere gli ultimi giorni che precedono la Pasqua   creando… Buona Settimana Santa a tutti!

 

Fonte:

blog.catchmyparty.com

Postato in: Fai da te, Feste, Pasqua

Scrivi un commento