Peli superflui in gravidanza: tutta colpa degli ormoni!

ADV

 

“Da quando sono incinta non mi crescono più i peli” “Ed invece a me, crescono neri e folti sulla pancia. Ed in quel punto lì non li avevo mai avuti“. Due affermazioni tra loro contrastanti ma che descrivono come le alterazioni ormonali tipiche della gravidanza influenzino, in maniera differente la crescita dei peli corporei.

 

Durante i nove mesi di gestazione, il corpo di una donna si modifica. E’ oggetto e soggetto di una vera e propria tempesta ormonale che genera fenomeni diversissimi. Il testosterone stimola la crescita dei peli mentre, gli estrogeni la riducono.

 

Tendenzialmente, l’organismo dal momento dell‘impianto, produce moltissimi estrogeni andando ad inibire l’effetto del testosterone. Quindi la crescita dei peli diminuisce sensibilmente. Un vantaggio per le donne in attesa che almeno per il periodo della maternità vedono decrescere i fastidiosissimi e odiati peli.

 

Ma in altri casi il fenomeno dell’attenuazione della produzione del testosterone si accompagna ad una sua concentrazione in alcuni zone del corpo e causa l’altro fenomeno piuttosto diffuso tra le future mamme: la comparsa di peluria in alcuni parti del corpo come il viso, l’addome, l’area intorno ai capezzoli dove non vi erano mai stati. Non bisogna preoccuparsi. Si tratta di un effetto temporaneo. La crescita eccezionale della peluria in genere scompare così come è comparsa, da sola e dopo circa sei mesi dal parto.

 

Pochi o molti che siano i peli vanno eliminati anche in gravidanza. Quale trattamento depilatorio scegliere quando si è incinta? Di solito ogni donna continua a depilarsi così come ha sempre fatto, anche se è preferibile scegliere metodi più dolci.  La pelle della donna in attesa è più sensibile. Meglio evitare ad esempio, le cerette a caldo perchè potrebbero rompere i capillari. Oppure i trattamenti laser che possono essere ripresi dopo il parto.

È preferibile usare rasoi e creme depilatorie oppure cerette a freddo. Dopo la depilazione è bene idratare e lenire la pelle con un prodotto specifico, che riduca l’arrossamento della cute e massaggiare quotidianamente la pelle sotto la doccia con un guanto di crine.

 

E voi che esperienza avete avuto o avete con i peli durante la gravidanza? Avete qualche consiglio da suggerire?

Scrivi un commento