Poesie e filastrocche per la festa della donna

ADV

Alle donne che si affacciano per la prima volta su questo blog e alle fedelissime che ci passano a trovare come “vecchie amiche”,  vogliamo anticipare un regalo per l’8 marzo: una graziosa filastrocca scritta dai bambini – che di donne se ne intendono – pubblicata  insieme a tante altre sul sito filastrocche.it, dove trovate  idee  e spunti per una festa della donna davvero speciale.

Le donne

Le donne sono maghe senza magie
che siano sorella, nonna, mamma o zia.
Trucchi e borsette
gonnelline e scarpette.
Ma non è come pensate,
anche le donne sono scatenate.
Sono anche dolci come la panna
e con un loro bacio ci assicurano la nanna.
Fanno sport con tanta felicità
e con buona volontà,
stretching, nuoto o pallavolo,
battono tutti in un colpo solo.
Praticano anche sport estremi
senza tanti problemi.
Sono allegre e piene di energia,
a volte si arrabbiano, ma che vuoi che sia?
Sono gentili e carine
come soleggiate mattine.
Dolci forti e movimentate,
con loro si fanno tante risate.
Le donne meritano un mazzo di rose
di viole gelsomini e mimose.

Vorrei condividere con voi, seppur virtualmente, l’emozione della lettura di queste due poesie delicate e profonde che colgono l’essenza vera di una donna.

Donna

Tieni sempre presente che la pelle fa le rughe,
i capelli diventano bianchi,
i giorni si trasformano in anni….
Però ciò che è importante non cambia;
la tua forza e la tua convinzione non hanno età.
Il tuo spirito è a colla di qualsiasi tela di ragno.
Dietro ogni linea di arrivo c`e` una linea di partenza.
Dietro ogni successo c`e` un’altra delusione.
Fino a quando sei viva, sentiti viva.
Se ti manca ciò che facevi, torna a farlo.
Non vivere di foto ingiallite…
insisti anche se tutti si aspettano che abbandoni.
Non lasciare che si arrugginisca il ferro che c`e` in te.
Fai in modo che invece che compassione, ti portino rispetto.
Quando a causa degli anni non potrai correre, cammina veloce.
Quando non potrai camminare veloce, cammina.
Quando non potrai camminare, usa il bastone.
Però  non trattenerti mai!!!

Madre Teresa di Calcutta

Donna

Nel tuo esserci l’incanto dell’essere,
La vita, tua storia,
segnata dal desiderio d’essere
semplicemente donna!
Nel tuo corpo ti porti,
come nessun altro,
il segreto della vita!
Nella tua storia
la macchia dell’indifferenza,
della discriminazione, dell’oppressione…
in te l’amore più bello,
la bellezza più trasparente,
l’affetto più puro
che mi fa uomo!

Eliomar Ribeiro de Souza
Poeta Brasiliano

immagini:

frangiablogspot.com

1 Comment on "Poesie e filastrocche per la festa della donna"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. topolina 56 scrive:

    che belle le poesie sopratutto la prima

Scrivi un commento