Punto croce, imparare a ricamare

ADV

Sapete ricamare al punto croce? Il retro del vostro lavoro è un immane groviglio di fili o  è ordinatissimo? Dopo aver visto quali materiali siano necessari per iniziare con il punto croce, ora passiamo al ricamo vero e proprio. Avete scelto la tela sulla quale lavorare e lo schema da eseguire? Bene. Ora individuate il centro del disegno e di conseguenza, procedimento un po’ più complesso, il centro della tela. Per avere un lavoro preciso, partite da lì, dai punti vicini al centro.

Ora bisogna iniziare. Perchè il retro della tela sia ordinato, non si devono fare nodi. Basterà passare l’ago dentro a un po’ di fili che formano la trama della tela,  il tutto ovviamente sul retro. Oppure sarà sufficiente lasciare un po’ di filo sul retro e farlo passare sotto ai successivi punti che vengono eseguiti

Il punto croce ha come caratteristica di essere formato da crocette. Come procedere per ottenerle? Bisogna disegnare con il filo le due diagonali del quadratino formato dalla tela. Procedere prima disegnando una diagonale e poi, nel giro di ritorno, la seconda. Solitamente si ricama inizialmente dal basso a  sinistra verso l’alto a destra. Potete fare anche al contrario, l’importante è che le vostre crocette abbiano tutte la stessa direzione.

Per verificare che il vostro lavoro sia corretto, girate la tela: se sul davanti avete delle crocette, sul retro dovrete vedere delle stanghette verticali.

Per chiudere il lavoro, tenete l’ago sul retro e passate il filo sotto quattro o cinque punti. Tagliate i fili e procedete con un altro colore.

Volete un video che in cinque minuti vi insegni? Eccolo!

Ora siete veramente pronte. Cosa ricamerete per primo? Un bavaglino? Un accappatoio? Una salvietta? Buon inizio!

Fonte:

needlework-tips-and-techniques.com

cross-stitch.com

simplyblackwork.com

disegnipuntocroce.net

Postato in: Fai da te, Lifestyle
Tags:

Scrivi un commento