Da 21 giugno 2010 6 Commenti Leggi tutto →

Quanto costa il lavoro di una mamma?

ADV

Care mamme questa notizia non potevo esimermi dal pubblicarla!!! Ho letto solo ieri mattina su corriere.it di una ricerca che mi ha fatto sorridere all’inizio e dopo però anche riflettere 😉 Si tratta di una ricerca, commissionata da una catena di supermercati inglese, che mette in evidenza quanto costa il lavoro di una mamma!

E’ stato chiesto ad alcuni esperti di rapporti genitoriali di elencare le mansioni svolte da una mamma dalla nascita del figlio fino alla sua maggiore età, calcolando il tempo speso per ognuna di esse e convertendo il tutto in base al compenso orario che percepirebbe una persona che compie quelle stesse attività per lavoro.

Indovinate un po’? Il totale ottenuto è stato di 1.704.588 euro! Niente male direi 😉

Praticamente sono state considerate 1600 ore impiegate per le pulizie domestiche e quantificate in 16.700 euro di spesa, 364 ore passate in cucina e pari a più di 131mila euro nel caso in cui si decidesse di sostituire la mamma con un cuoco personale, per non parlare degli oltre 52.600 euro che servirebbero per affittare un autista (che sia per il tragitto casa-scuola o per una puntatina al centro commerciale) o dei 718mila euro necessari per una babysitter (calcolati su una media di 88mila ore di lavoro). Anche il “servizio lavanderia” non sarebbe proprio economicissimo, visti i quasi 85mila euro che si spenderebbero in 18 anni di camicie lavate e stirate, come pure i 98mila euro indispensabili per le lezioni di etichetta, gli 8.300 da mettere in conto per le pubbliche relazioni o i 6.260 da destinare ad un’infermiera a pagamento.

Il direttore del magazine della catena di supermercati, su cui verrà pubblicata la ricerca, ha dichiarato al Daily Mail: “Sono io stessa una mamma e non posso certo dire di non essere rimasta sorpresa nello scoprire quanto dovremmo essere pagate per i compiti che svolgiamo ogni giorno. Logico, lo facciamo per amore, ma spero che tutte le mamme si sentano ancor più orgogliose ed apprezzate dopo aver visto quanto valgono”

Insomma la mamma è sempre la mamma. Siamo capaci di trasformarci in cuoche, donne delle pulizie, infermiere, autiste, insegnanti, consigliere e persino Pr per aiutare la crescita dei nostri marmocchi! Un lavoro piacevole e molto gratificante, ma al tempo stesso anche estremamente frustrante ed impegnativo!

Ed allora mi sono chiesta! Potrei mai presentare ai miei marmocchi un conto spese per tutte le ore che abbiamo dedicato a loro? Voi lo fareste? 😉

Immagini:
images.com by Neal Aspinall
images.com by Siegmar Münk
images.com by McClatchy – Tribune

6 Comments on "Quanto costa il lavoro di una mamma?"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. Giulia Morris scrive:

    Molto “allegramente” si racconta in questo articolo quello che gli “economisti” chiamano IL 4% DEL PIL PRODOTTO DALLE CASALINGHE G.R.A.T.U.I.T.A.M.E.N.T.E. Non solo non è poco; ma giornalmente leggo soltanto l’incidente accaduto sul lavoro al povero operaio… Degli incidenti domestici NULLA DI NULLA nonostante LA CASA sia il posto di lavoro più pericoloso che esista al mondo. Ora, tra l’altro, l’operaio ha un salario dal padrone. L’operaio, però, è – a sua volta – il padrone della casalinga alla quale non paga nulla, se non lo stretto necessario per campare. Lo Stato? ha ha!!! Lo Stato è fatto e rappresentato da parlamentari “mariti”. FIGURIAMOCI! INCAZZATEVI DONNE!!!!

  2. viviana scrive:

    non presenterei mai il conto alle mie figlie ma effettivamente la donna casalinga o lavoratrice che sia lavora il doppio diell’uomo sia per la casa sia per i figli sia per il marito stesso …e “qualcuno.”..dovrebbe assegnarci una retribuzione e una pensione se non adeguata almeno dignitosa ……

  3. bombamagagna scrive:

    SI’ 😀
    infatti salvo e conservo, prima o poi servirà ;p

  4. muccachicca scrive:

    ai marmocchi non lo presenterei mai, ma a chi ci sta accanto qualcosina gliela farei notare!!!!!

Scrivi un commento