REDATTRICE PER UN GIORNO:

ADV

Ho attraversato come tutte noi, le varie fasi della mammità: non ho dormito di notte, nè di giorno. Allattato a richiesta e a oltranza, cambiato pannolini, cantato ninne nanne, fatto passeggiate.

Quest’anno c’è una novità: First e Second andranno entrambi alla scuola dell’infanzia quindi supermamma è libera dalle 8:30 alle 15:30. Perchè in concomitanza ho quasi finito di lavorare. Gestendo un b&b lavoro soprattutto d’estate, d’inverno il lavoro si riduce al week-end e alle feste comandate. La domamda sorge spontanea: “mò che faccio?” orsù mi sono rimboccata le maniche, ho dato una rispolverata alla mia laurea e mi sono guardata un pò intorno.

Ora non è che il mio paesino offra molte possibilità di lavoro alle donne e mamme, in verità navigando in rete sembra che in nessuna parte dell’Italia ci siano molte probabilità di trovare un buon lavoro se si appartiene a questo target.

Praticamente ci hanno fregate!  Siamo cresciute con il mito di poter fare tutto e anche meglio degli uomini; in realtà nella maggioranza dei casi, ci ristroviamo a barcamenarci tra un lavoro mediocre e sottopagato; con in più la responsabilità della cura della casa e dei figli che già avevano le nostre mamme.

Questo è quello che abbiamo ottenuto dalle battaglie della rivoluzioni degli anni ’60? queste sì che son soddisfazioni!

angela supermamma

qui: http://supermamma.mammacheblog.com/ ci sono le avventure della superfamily 😉

Scrivi un commento