Le regole per prevenire l’obesità nei bambini

ADV

Obesità nei bambini

L’obesità nei bambini è un problema sempre più presente in Italia.

L’ultimo rapporto Unicef ha rilevato la sua diffusione tra il 30,1% dei bambini contro il 23,6% delle bambine, con particolare evidenza nelle regioni del Sud (34,6% rispetto al 22,7 del Nord-Ovest, al 21,1% del Nord-Est, al 24,6% del Centro e al 31,1% delle isole). I bambini obesi sono quelli che svolgono poco sport, vivono in famiglie con risorse economiche scarse e soprattutto con livelli di istruzione dei genitori più bassi.

Obesità nei bambini: alcune cause

I dati statistici aiutano ad individuare una serie di comportamenti e fattori che contribuiscono all’obesità nei bambini. Una serie di abitudini e stili di vita che vanno dalla malnutrizione all’assenza di attività fisica.

Le principali cause dell’obesità nei bambini:

  • colazione non adeguata;
  • consumo di snack almeno una volta al giorno;
  • consumo giornaliero di verdura, ortaggi e frutta;
  • consumo di più di mezzo litro di bevande gassate al giorno
  • vita sedentaria: nessuna pratica sportiva e spostamenti in macchina.

Obesità nei bambini: i consigli del pediatra

Il Prof. Claudio Maffeis è membro del Direttivo nazionale della Società Italiana Obesità (SIO) e del Comitato scientifico dell’Osservatorio nutrizionale Grana Padano, come pediatra suggerisce alle mamme 3 azioni semplici e chiare per combattere e contrastare il fenomeno dell’obesità nei bambini:

  1. Far regolarmente misurare e pesare il bambino dal pediatra. Il pediatra confronta peso e statura misurati con le tabelle di riferimento per sesso ed età e fornisce una valutazione precisa sull’adeguatezza del rapporto peso statura di ogni bambino. Soprattutto tra i 4 e gli 8 anni, è molto facile sottostimare il sovrappeso, su cui rispetto all’obesità è più facile intervenire.
  2. Far fare almeno un’ora al giorno di attività fisica ad intensità moderata/elevata ai bambini, che faccia cioè sudare, così come indicato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.
  3. I genitori sono il primo esempio da seguire per i bambini. Stile di vita familiare attivo e sano difficilmente porta ad avere problemi nutrizionali tra i bambini.

Obesità nei bambini: le regole per prevenirla

  • Frutta e verdura: 5 porzioni al giorno (anche sotto forma di centrifughe, spremute, passato di verdura o vellutate)
  • Pesce almeno 2 volte a settimana (anche surgelato)
  • Preferire la carne bianca, da consumare 3-4 volte la settimana Legumi almeno 2-3 volte alla settimana
  • Fare sempre la colazione al mattino (latte o yogurt con l’aggiunta di cereali)
  • Gestire la merenda variando gli alimenti e preferendo frutta o yogurt
  • Limitare i condimenti e i grassi animali; preferire l’olio d’oliva, da aggiungere utilizzando il cucchiaio
  • Consumare in tutti i pasti una quota di carboidrati (riso, pane, pasta, cerali)
  • Limitare i dolci e gli snack, da assumere solo occasionalmente.

Non esistono cibi o alimenti buoni o cattivi in senso assoluto, ma solo abitudini scorrette ecco perchè in questo post abbiamo raccolto alcuni semplici consigli suddividendoli in base all’età dei vostri bambini: dal neonato all’adolescente. Esigenze diverse all’insegna della buona alimentazione.

 

 

Articoli consigliati

Scrivi un commento