Da 3 maggio 2011 0 commenti Leggi tutto →

Ricette dolci: crostatine ai frutti di bosco

ADV

Si avvicina la festa della Mamma e non possiamo non festeggiarla! Abbiamo pensato a regali, lavoretti, torte, disegni ma alla mamma basterebbe anche ricevere in dono un semplicissimo pasticcino fatto con le proprie mani! Allora papini in ascolto… decidete voi il giorno e il momento giusto, infilate il grembiulino a voi e ai vostri marmocchi e mettetevi all’opera! La ricetta per realizzare delle semplicissime crostatine ai frutti di bosco ve la do io… e al resto ci pensate voi  😉

Sono sicura che i bambini si divertiranno a preparare, insieme al papà, un dolcetto per la mamma ma mi raccomando.. dopo rigorosamente mettere tutto in ordine com’era prima… senza lasciare l’incombenza alla mamma 😉

Ingredienti:

  • 2 cestini di frutti di bosco misti
  • 230 g di pasta frolla
  • 130 g di zucchero
  • 70 g di farina
  • 5 dl di latte
  • 6 tuorli
  • 2,5 dl di panna fresca
  • un baccello di vaniglia

Stendete la pasta, ricavatene 12 dischi e usateli per foderare altrettanti stampini da cartelletta. (Se invece siete poco pratici sono sicura che riuscirete a trovare in qualche negozio i cestini di pasta frolla già confezionati 😉 ) Bucherellate la pasta negli stampini con una forchetta, copriteli con foglie di alluminio, riempiteli di legumi secchi e cuocete per circa 10-15 minuti. Lasciate raffreddare, eliminate legumi e alluminio e sformate i gusti di pasta frolla.

Incidete il baccello di vaniglia, per il lungo, raschiatelo internamente, fate cadere i semini nel latte e portatelo a bollore. Montate i tuorli con lo zucchero e la farina, versatevi il latte caldo a filo e trasferite il tutto in una casseruola. Cuocete a fuoco medio, mescolando per 10 minuti, finchè la crema velerà il cucchiaio e fatela raffreddare.

Montate la panna ben fredda, incorporatela delicatamente alla crema preparata e usate la chantilly ottenuta per riempire le crostatine. Lavate e asciugate i frutti di bosco e distribuiteli sopra la crema, spolverizzando, a piacere, di zucchero a velo.

Fonte: “Cucina Moderna Oro”

Scrivi un commento