Ricette per lo svezzamento: la vellutata di carote

ADV

ricette per svezzamento vellutata carote

Il vostro bebè ha iniziato lo svezzamento. Vi piacerebbe variare la sua pappa e nello stesso tempo provare a creare con gli stessi ingredienti un piatto anche per voi, per fare meno fatica e ottimizzare i tempi? Siamo vicini all’estate, proviamo a preparare la nostra pelle all’abbronzatura concedendoci una bella dose di vellutata di carote. Sarà ottima come pappa per i bebè (ovviamente senza l’aggiunta di ) e, con qualche modifica, anche per noi, che magari siamo anche alle prese con la fatidica prova costume.

E’ molto semplice da preparare, vediamo insieme gli ingredienti e i passaggi.

  • 500 grammi di carote 
  • una patata grossa o due piccole
  • un litro di acqua (se preferite potete utilizzare anche il brodo vegetale)
  • olio extravergine d’oliva
  • crema di riso o mais e tapioca 
in aggiunta per gli adulti (tutti ingredienti che si possono mettere a scelta)
  • uno scalogno o un cipollotto fresco
  • erba cipollina
  • sale
  • parmigiano reggiano
  • curcuma
  • panna acida
  • feta
  • semi di finocchio
  • pepe
  • erbette aromatiche
Cominciamo con la preparazione base, che va bene per entrambi i piatti, quello dei piccoli e quello per i grandi
  • pelare, lavare e tagliare a pezzetti  carote e patate
  • mettere patate e carote in una casseruola e coprirle di acqua
  • portare ad ebollizione e cuocere per una ventina di minuti circa (se amate la pentola a pressione, la potete utilizzare. Con tempi ovviamente diversi) o comunque fino a che carote e patate sono tenere.
  • spegnere il fuoco, frullare patate e carote aggiungendo poco alla volta il liquido di cottura, fino alla consistenza che desiderate.
  • per il bebè potete aggiungere la crema di riso o quella di mais e tapioca nelle dosi che siete soliti utilizzare.
  • amalgamate il tutto, aggiungete un filo  d’olio extravergine d’oliva a crudo ed eventualmente un cucchiaio di parmigiano reggiano
Per voi adulti il procedimento base sarà lo stesso, ma aggiungerete il sale (poco!) e qualche altra variante. Ad esempio potreste far soffriggere scalogno o cipollotti tagliati molto fini con un po’ di olio o burro ed aggiungerli sopra la vellutata. Oppure potreste fare un trito di erbe aromatiche (erba cipollina, timo, coriandolo, dragoncello, prezzemolo, maggiorana e menta) e unirlo alla zuppa nel momento dell’impiattamento, insieme a un filo d’olio a crudo, un pizzico di fior di sale e una grattata di pepe.
O ancora potreste rendere ancora più cremosa e golosa la vellutata con l’aggiunta di un cucchiaio di panna acida ed erba cipollina. Per i mesi caldi, potreste servire la vellutata fredda, con un po’ di feta sbriciolata e un filo d’olio.
Se vi piacciono le spezie, infine, provate ad insaporire la crema con della curcuma.
Come vedete di varianti per gli adulti ce ne sono tantissime. E se la vellutata avanza, si può tranquillamente congelare in monoporzioni utilissime per quando si sta fuori a giocare fino a tardi…

Postato in: Bambino, Svezzamento

Scrivi un commento