Da 25 luglio 2010 0 commenti Leggi tutto →

Rimanere incinta: le emozioni possono bloccare la fertilità?

ADV

Le emozioni negative, come la paura, l’ansia e il dolore, possono tutte avere serie ripercussioni sulle possibilità di rimanere incinta. Questi stati provocano un aumento del livello degli ormoni dello stress che può interferire con il sistema immunitario, con la stabilità ormonale e, di conseguenza, con la fertilità. La medicina occidentale, che si affida a risultati sicuri e si basa su studi scientificamente provati, non è ancora in grado di comprendere fino in fondo la complessa interazione tra stress, emozioni e fertilità, anche se comincia a riconoscere che ci sia un legame.

Timore e preoccupazione sono sentimenti molto comuni in quanto a volte la donna ha paura di restare incinta, ma è più spesso angosciata all’idea che questo possa non succederle mai. Questi tipi di emozioni possono favorire lo sviluppo dei sintomi della depressione e dello stress e portare la donna ad avere una visione negativa di tutto ciò che è legato alla gravidanza. Di conseguenza può cominciare a sentirsi depressa e senza energie. Rabbia, frustrazione e gelosia si possono manifestare verbalmente o fisicamente.

Nel secondo caso, la donna non riesce più a respirare bene. Il suo battito cardiaco aumenta e cresce la produzione degli ormoni dello stress. Se reprime queste sensazioni, può cominciare ad avvertire tensioni nella schiena, nel collo e nelle spalle e a soffrire di mal di testa. Anche tristezza e dolore sono molto comuni. La tristezza può essere causata dall’incapacità di restare incinta, e questo può portare alla depressione.

Se state provando una o più emozioni negative come quelle descritte, dovete trovare il modo di orientare diversamente i vostri pensieri, in modo che abbiano un ruolo meno dominante sulle vostre emozioni. Non è facile e non può avvenire da un giorno all’altro, ma dovete trovare la fonte delle emozioni e il modo per gestirla.

Per riuscirci ci sono numerosi metodi: sperimentare una combinazione di tecniche di rilassamento, parlare con qualcuno, introdurre alcuni cambiamenti nello stile di vita, come fare esercizio fisico e dormire molto, e ricorrere a una consulenza o a una terapia se necessario. Seguendo questi metodi, vi accorgerete di poter migliorare il controllo delle emozioni negative e vi sentirete meno dominate da esse, riducendo così il loro ruolo negativo sul vostro benessere.

Insomma essere ottimiste aiuta, poiché il vostro stato mentale dominante ha degli effetti impliciti sulla vostra salute e sul vostro benessere.

Immagini:
blufiles.storage.live.com

Scrivi un commento