Da 10 maggio 2010 0 commenti Leggi tutto →

Rimanere incinta: ormoni fase luteinica e fertilità

ADV

Se state provando a rimanere incinta, sarà bene allora imparare a conoscere meglio il ciclo mestruale in modo da sapere quando vi trovate nel piccolo della fertilità. Benchè un ciclo duri in media 28 giorni, c’è una considerevole variazione tra una donna e l’altra e si ritiene normale il fatto di avere cicli più lunghi o più corti. Tuttavia, anche se il vostro ciclo rientra in quello che è considerato il valore normale, può darsi che non stiate producendo il giusto livello di una dato ormone per innescare l’ovulazione e creare le giuste condizioni per l’impianto dell’ovulo, e questo potrebbe essere sufficiente a ostacolare il vostro desiderio di maternità.

Il ciclo femminile è determinato da una complessa interazione di ormoni che devono essere secreti nel momento ottimale per la fertilità. Il ciclo di divide in due fasi:
la fase follicolare, che va dal primo giorno del ciclo fino all’ovulazione e la sua durata può essere variabile. E’ tipicamente di quattordici giorni, ma sarà più lunga o più breve secondo la lunghezza del ciclo e la regolarità o no dei vostri flussi mestruali.
la fase luteale (o lutenica), che va dall’ovulazione all’inizio del ciclo successivo.

In cosa consiste la fase luteinica.

Dopo l’ovulazione, il follicolo continua a ricevere l’impulso dell’ormone luteinizzante (LH) e si trasforma in un rigonfiamento chiamato corpo luteo che inizia a produrre progesterone, che ha vari effetti:
– ispessisce l’endometrio
– produce il nutrimento che tiene in vita il feto fino a quando non subentra la placenta
– interrompe la secrezione di FSH (ormone follicolostimolante) e LH
chiude la cervice e cagula il muco cervicale, impedendo il passaggio dello sperma
, preparando così l’utero per l’ovulo fecondato.

Dopo l’ovulazione, le estremità alla fine delle tube di Falloppio raccolgono l’ovulo. La tuba è rivestita di microscopici capelli (ciglia) che, assieme alle contrazioni muscolari, spingono l’ovulo verso l’utero. Se l’ovulo non è fecondato lungo il percorso, si frantuma. I livelli di estrogeni e di progesterone calano fino a che il rivestimento dell’utero non si può più conservare e hanno inizio le mestruazioni.

Immagini:
periodofertile.it
images.com by Image Source

Scrivi un commento