Salute dei bambini: mal di testa, disturbo fisico o emotivo?

ADV

Il mal di testa un patologia da grandi? Invece il disturbo è piuttosto frequente  anche  nei bambini. Secondo alcuni studi, circa il 30% dei bambini in età scolare soffre di qualche forma di mal di testa, colpisce ogni anno oltre un milione di bambini.

Anche tra i più piccoli non è raro trovare bambini che soffrono di cefalea. Ma al di sotto dei sei anni non è facile da classificare poiché  non sono in grado di esprimere che tipo di dolore provano. E’ per i genitori è difficile capire che si tratta di mal di testa.

Fino alla pubertà il mal di testa colpisce sia maschi che  femmine dopo,durante l’adolescenza il disturbo colpisce molto più spesso le ragazze, a causa dei mutamenti ormonali che iniziano con lo sviluppo. Può capitare che i bambini più soggetti al mal di testa sono quelli che hanno un genitore che ne soffre. La cefalea nei bambini è spesso ereditaria.

I bambini possono soffrire di mal di testa cronico o acuto. il mal di testa cronico più diffuso sono la cefalea tensiva e l’emicrania. Queste sono cefalee primarie invece le cefalee acute sono cefalee secondarie più sporadiche e possono essere il sintomo di qualche disturbo  in atto come:

Infezioni: è il caso di influenza, di sinusite,o di meningite, traumi in seguito a cadute o piccoli infortuni alla testa.

Problemi ai denti e  alla mandibola.

-Problemi agli occhi, per esempio una miopia.

Esiste anche una forma di mal di testa caratteristica dei bambini. In inglese è chiamata abdominal migraine (letteralmente mal di testa addominale). Ed è piuttosto frequente, caratterizzata da vomito ciclico, nausea e dolori di pancia.

Molto spesso il mal di testa nei più piccoli è anche sintomo di ansia o stress quindi di qualche disagio psichico ed emotivo, andrebbe presa in considerazione una lettura psicosomatica del mal di testa, sia da parte dei medici che dei genitori. il mal di testa può essere la spia una sofferenza interiore come una difficoltà di integrazione con i compagni, o un rifiuto verso un evento specifico. Molto spesso l’approccio psicologico, è risolutivo e preserva i bambini da inutili terapie farmacologiche, spesso non necessarie.

Tuttavia di fronte a un mal di testa intenso che si ripresenta regolarmente, è bene il consulto del  medico poichè il mal di testa influisce molto sulla qualità della vita dei bambini che ne soffrono. Limita le loro possibilità di giocare e divertirsi, influenza molto il rendimento scolastico, condizionando anche la vita sociale.

Per questo è importante non sottovalutarlo.

Immagini:

blogdeibimbi.files.wordpress.com

kidzone.com

Scrivi un commento