Ecco cosa può ​accadere​ durante un pomeriggio trascorso a preparare cake pops di biscotti insieme a 2 bambine.
100 menu a misura di bambino dall'antipasto a dolce scritti dalle mamme blogger: scarica l'e-book!
Da 29 ottobre 2009 1 commento Leggi tutto →

Seconda gravidanza a pochi mesi dal parto

Sono passati pochi mesi dal parto e la neomamma ha scoperto di essere di nuovo incinta. Nella maggior parte dei casi, si tratta di gravidanze arrivate un po’ a sorpresa quindi è abbastanza naturale che ci si senta un po’ smarrite, ma è una reazione che viene superata piuttosto facilmente, perché chi ha appena avuto un figlio ha ancora molta disponibilità rispetto a questa esperienza, soprattutto se la gestazione precedente è stata vissuta in modo positivo. In altri casi, invece, è stata voluta e addirittura programmata dunque vediamo come affrontare la nuova gravidanza per partire subito con il piede giusto.

Una delle perplessità della neomamma è quella di sapere se il corpo è già pronto per impegnarsi in una seconda gravidanza così ravvicinata. Ma in realtà non esiste una regola che indichi quanto tempo si debba attendere tra una gravidanza e l’altra. Infatti se le condizioni di salute sono buone e il decorso dell’attesa precedente è stato regolare e senza problemi, la nuova gravidanza può essere intrapresa senza difficoltà. Del resto, i tempi necessari all’organismo per tornare alla completa normalità sono piuttosto brevi in quanto se la donna non allatta al seno, la ripresa del ciclo ovulatorio avviene dopo 30-40 giorni dal parto, mentre l’utero torna ad una condizione pre-gravidica nell’arco di un paio di mesi.

Fin dall’inizio della seconda gravidanza sarà necessario anche un buon apporto di vitamine e sali minerali, soprattutto attraverso l’alimentazione, cui sarà bene prestare particolare attenzione, in quanto è possibile che ci sia proprio una carenza di tali sostanze. Mentre un capitolo un po’ complicato, riguarda il sonno. In quanto sarà magari difficile conciliare le esigenze del primo nato con la necessità di dormire e riposare a lungo che è propria dei primi tre mesi di gestazione. Il sonno, tuttavia, è un bisogno che la mamma deve assolutamente assecondare. Dunque il consiglio è quello di chiedere aiuto a qualcuno  per poter riposare il più possibile, durante la notte, ma anche nelle prime ore del pomeriggio.

E se si allatta ancora? Continuando a nutrire al seno il proprio bambino non si toglie niente al piccolo che si porta in grembo. L’alimentazione equilibrata e completa che l’allattamento richiede, del resto, è adatta anche per affrontare una nuova gravidanza. D’altra parte, può darsi che sia il bambino stesso a rifiutare il seno (l’odore e il sapore del latte per l’influenza degli ormoni dell’attesa), così come può darsi che, al contrario, tenda ad attaccarsi ancora di più. Dal punto di vista della neomamma, invece, è importante valutare quali sono le energie fisiche ed emotive. Ma c’è tutto il tempo per capire cosa è meglio fare, per sé e per il piccolo. Una separazione brusca e forzata comporterebbe il rischio di ritrovarsi, più avanti, con i sensi di colpa. E’ fondamentale, invece, chiudere bene questo capitolo con il primogenito, prima di riaprirne uno nuovo con il secondo.

E il papà come potrebbe reagire? Un momento di crisi e turbamento anche per lui è assolutamente normale per questo motivo sarà necessario dare al proprio compagno il tempo per elaborare la novità magari guardando insieme gli aspetti positivi. Per esempio, l’avere due bambini vicini, può offrire il vantaggio di concentrare la fatica in un unico periodo, riuscendo così a godersi dei momenti più tranquilli, quando saranno più grandi. Se non si ha ancora avuto tempo, dopo il primo bambino, di risentirsi “coppia”, questo potrebbe essere il momento giusto magari affidando il piccolo a qualche persona fidata, per godersi una cena a due, perché non bisogna mai perdere di vista che non si è solo genitori.

La nuova gravidanza, insomma, richiede che vengano rispettate nuove esigenze, anche se gli impegni sono più numerosi e il tempo libero scarseggia ma il mio consiglio è quello viverla con serenità, affrontando la situazione nello stesso modo in cui si è affrontata la prima e godersi appieno il piccolo, con i vincoli che l’essere incinta pone.

Immagini:
images.com by Image Source

1 Comment on "Seconda gravidanza a pochi mesi dal parto"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. Lucia scrive:

    Buongiorno
    Mi chiamo Lucia e sono diventata mamma a Luglio dello scorso anno, dopo alcuni problemini. Il mio bambino ha 11mesi ed io attendo il secondo bambino. E’ arrivato senza che lo aspettassimo. Ovviamente siamo piú che felici, certo un pó preoccupati ma assolutamente contenti. Noi eravamo una di quelle tante coppie a cui i dottori avevano suggerito la fecondazione assistita perché la prima gravidanza, dopo un aborto ritenuto, tardava ad arrivare. Ci abbiamo messo 4 anni e tanta sofferenza. Il secondo bambino è la dimostrazione che non bisogna mai abbattersi. Mi domando soltanto una cosa, ho smesso di allattare da un mese e sono alla 20 ma settimana…mi tornerà il latte? E allattando il secondo genito riuscirò ad occuparmi del primogenito?

Scrivi un commento