Da 30 novembre 2012

Seggiolini auto: gli alleati per la sicurezza dei bambini

 Seggiolino auto ocn bambino

Un bambino che viaggia in autoè vulnerabile se non assicurato agli adeguati sistemi di sicurezza. Perché la sua incolumità sia preservata sia nei viaggi brevi che in quelli più lunghi è bene scegliere il seggiolino adatto e far sì che il piccolo viaggi sempre ben legato. Per capire meglio come muoverci nell’acquisto dei seggiolini, vediamone alcune caratteristiche e osserviamo quali sono i criteri di cui tenere maggiormente conto.

Seggiolini, cosa dice la legge

Secondo l’articolo 172 del codice della strada, in Italia i bambini con altezza inferiore a 1,50 m devono obbligatoriamente viaggiare sui sistemi di ritenuta omologati e adeguati al loro peso. I seggiolini auto, quindi devono rispettare due parametri: devono essere omologati e classificati in gruppi in base al peso dei bambini.

Classificazione dei seggiolini in gruppi

I seggiolini non adeguati al peso del bambino rischiano di essere inefficaci o addirittura di essere pericolosi. Ecco perché è bene controllare sull’etichetta d’omologazione il gruppo di appartenenza dei seggiolini prima di procedere all’acquisto. E’ importante anche ricordare che la scelta del seggiolino ideale deve tenere conto del peso del bambino e non tanto dell’età, che è un parametro solo indicativo.etichetta omologazione seggiolini

Vediamo insieme quali sono questi gruppi:

  • Gruppo 0: da 0 a 10 kg (dalla nascita ai 6 mesi circa). E’ il gruppo costituito dalla navicella, che nei primi giorni di vita del piccolo è utile perché gli permette di viaggiare sdraiato e gli assicura un riposo di qualità. Va sistemata sul sedile posteriore, agganciata alle cinture grazie al kit in dotazione. Attenzione a collocarla nel modo corretto: la testa del bambino deve essere sempre rivolta verso il centro della macchina, non verso la portiera!
  • Gruppo 0+: 0-13 kg (dalla nascita a 12 mesi circa). E’ il seggiolino comunemente chiamato “ovetto”, che offre una posizione semi-sdraiata e permette di installare il piccolo in senso contrario di marcia per una sicurezza ottimale. L’ovetto è indispensabile per chi ha anche altri bimbi e non ha spazio per sistemare la navicella. Questo genere di seggiolino, inoltre, è l’ideale per chi ha bisogno di versatilità: si può generalmente agganciare al telaio del passeggino, ad esempio, permettendo di trasportare il piccolo senza svegliarlo mentre dorme e senza stress. L’utilizzo di una base può facilitare l’installazione quotidiana in auto: la base resta fissa in macchina e permette di agganciare e rimuovere il seggiolino con semplicità senza dover ogni volta reinstallare completamente la cintura.
  • Gruppo 0+/1: 0-18 kg (dalla nascita a 4 anni circa). Il bebè è troppo grande per viaggiare nella navicella o nell’ovetto e troppo piccolo per stare seduto  in un seggiolino di Gruppo 1? Il gruppo 0+/1 è un genere di seggiolino che permette di far viaggiare il bimbo in senso contrario di marcia idealmente fino a13 kg (min. fino a9 kg) e che successivamente si può installare rivolto verso il senso di marcia.
  • Gruppo 1: 9-18 kg (da 9 mesi a 4  anni circa). A partire da 9 kg è possibile utilizzare un seggiolino rivolto in senso di marcia. Siccome i bimbi spesso dormono in auto, è bene tenere conto nella scelta del prodotto anche di quanto il seggiolino sia reclinabile.
  • Gruppo 1/2/3: 9-36 kg (da 9 mesi a 10/12 anni circa). Anche questa tipologia di seggiolino è a suo modo versatile, perché può accompagnare il piccolo nella sua crescita, passando da seggiolino con cinture a rialza-bimbo.
  • Gruppo 2/3: 15-36 kg (da 3 a 10/12 anni circa).  A partire dai 15 kg, il bambino può essere trattenuto dalla cintura dell’auto utilizzando un rialza-bimbo, per assicurare il corretto posizionamento della cintura all’altezza della spalla e del bacino. E’ sempre meglio scegliere rialzi con lo schienale poiché questo assicura in caso di incidente una miglior protezione  della testa e del bacino e offre un appoggio e un maggior comfort al bambino durante il sonno. Inoltre, grazie allo schienale e al poggiatesta regolabile in altezza con guide per cintura integrate, la cintura viene posizionata correttamente sulla spalla del bambino.

Seggiolini: contro o verso il senso di marcia?

Come abbiamo visto, durante i primi mesi di vita (almeno fino ai 9 kg di peso, meglio ancora fino ai 13 kg) i piccoli devono viaggiare in senso contrario di marcia. Questo perché la loro testa è ancora sproporzionata rispetto al resto del corpo e i muscoli di collo, schiena e spalle non sono ancora sviluppati al punto da poter reggere un impatto violento. Viaggiando contro il senso di marcia il seggiolino offre una protezione migliore: la scocca del sedile assorbe le forze d’urto e le distribuisce meglio, senza sollecitare eccessivamente la testa e il collo del bebè.

I bambini possono viaggiare contro il senso di marcia sul sedile anteriore solo ed esclusivamente se l’air bag non c’è o è disattivato. E’ sempre consigliabile posizionare il seggiolino sul sedile posteriore, se possibile al centro.

Isofix o cintura?

La nuova era dei seggiolini prevede due diversi modi per ancorarli al sedile: con le tradizionali cinture di sicurezza o con il nuovo sistema Isofix.

Uno dei criteri per scegliere il seggiolino è quello relativo alla facilità della sistemazione. E’ ancora alta, infatti, la percentuale di seggiolini agganciati in maniera scorretta.

Che cos’è Isofix?  E’ un sistema che permette di installare nel modo più semplice, corretto e sicuro un seggiolino in auto. Il seggiolino viene fissato alla vettura mediante tre punti di ancoraggio specifici:

  • 2 connettori Isofix, che si agganciano agli anelli Isofix integrati nel telaio dell’auto
  •  un 3° punto che può essere una “Top Tether” ovvero una cinghia superiore fissata allo schienale del seggiolino,  oppure un “piede di supporto” che appoggia sul fondo dell’automobile, per prevenire qualsiasi movimento rotatorio.

I prodotti Bébé Confort

Qualsiasi sia la scelta nell’acquisto del seggiolino,  i prodotti Bébé Confort assicurano la massima semplicità d’uso affiancata ad una totale sicurezza. Vediamo qualche esempio:

Seggiolini installabili con cinture

I seggiolini Bébé Confort installabili con cintura (come, ad esempio, Opal, Axiss, Rubi, Rodi AirProtect) offrono delle soluzioni che ne rendono facile il fissaggio: i percorsi della cintura dell’auto sono semplificati e ben identificabili, affiancati agli indicatori visivi per verificare rapidamente la corretta installazione. I tensionatori, inoltre, permettono di tendere al massimo la cintura per assicurare un montaggio il più stabile possibile sul sedile.

Seggiolini con aggancio ISOFIX

La famiglia di seggiolini Isofix di Bébé Confort offre soluzioni adatte alle diverse esigenze. Vediamo insieme qualche esempio.

a)   Gamma Family

Un concetto d’avanguardia nel campo della sicurezza dei bambini in auto. La gamma Bébé Confort Family prevede una base IsoFix FamilyFix alla quale si possono agganciare seggiolini di due gruppi di peso diversi (gruppo 0+ e gruppo1). La caratteristica principale è un indicatore luminoso e sonoro che permette di verificare la corretta installazione della base in auto e dei seggiolini sulla base. A questa si aggiunge un dispositivo di reclinazione che consente di allontanare l’ovetto dallo schienale del sedile per offrire più spazio alle gambe del bimbo e permettergli di viaggiare più a lungo in senso contrario di marcia, la posizione più sicura per lui.

Alla base si possono agganciare i seggiolini Bébé Confort Pebble (gruppo 0+) e Pearl (gruppo 1) dotati di un sistema innovativo di cinture che restano aperte da sole mentre il bambino viene accomodato sul seggiolino e si regolano in altezza simultaneamente al poggiatesta.

b)   Iseos Isofix

Iseos Isofix, reclinabile per un sonno confortevole, si regola in larghezza per crescere insieme al bimbo. Se lo si deve spostare su un’auto senza agganci Isofix, lo si può installare anche con la cintura di sicurezza.

c)   RodiFix

RodiFix è un seggiolino di gruppo 2/3 con un sistema di guida-cinture intuitivo, facile e rapido: il bambino può agganciare la cintura con la massima facilità anche da solo e accomodarsi senza problemi. E’ possibile regolare simultaneamente il poggiatesta e le sponde laterali, per accompagnare il bambino nella crescita. Dotato di AirProtect®, una sorta di cuscino ad aria posizionato su entrambi i lati della testa del bambino, garantisce una protezione extra in caso di impatto laterale.

Eccoci giunti al termine del percorso tra i seggiolini auto. Speriamo che tutto ora sia più chiaro e…  non dimenticate mai di far viaggiare sempre i vostri bimbi sul seggiolino!

Vi lasciamo con un piccolo vademecum redatto da Bébé Confort, con i consigli per un viaggio sicuro:

I consigli Bébé Confort in auto

  • L’uso del seggiolino è obbligatorio per legge per i bambini di altezza inferiore ai 150 cm;
  • Utilizza un seggiolino omologato e adatto al peso del bambino;
  • Non lasciare mai il tuo bambino da solo all’interno dell’autovettura;
  • Allaccia sempre le cinture del seggiolino, anche per tragitti brevi, e verifica la corretta installazione del dispositivo;
  • Ricordati di disattivare sempre l’airbag frontale se installi il seggiolino in senso contrario di marcia sul sedile anteriore di un’autovettura. E’ tuttavia preferibile, per ragioni di sicurezza, installare il seggiolino sul sedile posteriore dell’autovettura;
  • Mantieni la posizione in senso contrario di marcia il più a lungo possibile e non utilizzare la posizione in senso di marcia se il bambino pesa meno di 9 kg;
  • A partire dai 15 kg, il bambino può essere trattenuto dalla cintura dell’auto utilizzando un rialza-bimbo per permettere il corretto posizionamento della cintura all’altezza della spalla e del bacino. Scegli sempre un rialza-bimbo con schienale per proteggere al meglio la testa e le spalle del piccolo;
  • Utilizza un seggiolino che sia anche confortevole. Se il bimbo è comodo nel suo seggiolino è più probabile che viaggi tranquillo senza lamentarsi e cercare di liberarsi dalle cinture;
  • Non collocare oggetti pesanti non fissati all’interno dell’abitacolo perché potrebbero ferire te o il tuo bambino in caso di brusca frenata;
  • Sostituisci il seggiolino auto dopo un incidente anche di lieve entità: il seggiolino potrebbe aver subito danni non immediatamente visibili che ne compromettono la sicurezza.
  • Evita di usare seggiolini di seconda mano: alcune parti potrebbero essere deteriorate o mancanti. Inoltre la normativa in merito all’omologazione dei seggiolini evolve rapidamente, quindi potrebbe non essere omologato secondo i parametri più recenti;
  • Spiega al bambino le regole da rispettare durante un viaggio in auto: non si deve sganciare la cintura e non si possono sfilare le braccia dalle cinture, non si parte se la cintura non è allacciata.

 

2 Comments on "Seggiolini auto: gli alleati per la sicurezza dei bambini"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. Il Pebble è davvero un prodotto fantastico, io l’ho comprato nella colorazione Rossa e il mio bambino si è trovato benissimo, l’ho visto sempre comodo. Ottimo, davvero!

Scrivi un commento