Separazione: poveri papà, lontani dai figli e con pochi soldi!

ADV

Un amore finisce, una coppia si spezza, la separazione spesso mai di comune accordo è un dramma ed a pagarne le spese non solo i genitori.Tante le famiglie interotte, padri abbandonati, senza possibilità di rivedere i figli ed in condizione economiche precarie e non raramente di povertà: questa la condizione di molti  papà che vivono il dolore di un rapporto spezzato con i figli; argomento di estrema attualità ma non nuovo alla cronaca rimesso sotto i riflettori da Matteo Sereni portiere del Brescia dopo una partita, che ha avuto un sfogo davanti alle telecamere. “Dedico questa vittoria ai miei figli che non vedo da molto tempo, e non per colpa mia”. Nell’intervista  spalanca una porta sull’abisso in cui spesso precipitano spesso i padri separati, in guerra giudiziaria con le ex mogli.

La storia del calciatore non è diversa da altre, dolorosa ed difficile allo stesso modo: nel 2009, 100.252 bambini (66.406 dei quali minori) sono stati coinvolti in separazioni non consensuali, e 49.087 in divorzi. Le vittime soprattutto i bambini, oggetti di violenza anche psicologica, costretti a crescere in una parziale carenza affettiva, merce di scambio o ricatto e dispute, ma anche il destino dei papà può essere altrettanto triste e doloroso; nell’85 per cento dei casi, i giudici affidano i figli alle madri, e spesso gli accordi e gli obblighi sul tempo da concedere ai papà vengono disattesi o ignorati, decine i migliaia di padri separati  che ogni giorno nel web si raccontano; nascono associazioni che li tengono uniti, che offrono sfogo e ascolto, oltre ad assistenza legale e consigli pratici.

Su Internet colpiscono le storie di molti papà separati sopratutto dai figli e non solo dalle mogli.Vi sono anche pagine e pagine di testimonianze corredate di foto, appelli e lettere che si rivolgono ai piccoli lontani; pagine di sofferenza ma anche di indigenza e povertà, perché proprio tra i padri separati cresce enormemente la percentuale dei nuovi poveri che si rivolgono alla Caritas o ai servizi sociali perchè non più in grado di sostenersi autonomamente, costretti a chiedere ospitalità perchè la separazione li ha ridotti sul lastrico.

2 Comments on "Separazione: poveri papà, lontani dai figli e con pochi soldi!"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. pupy scrive:

    cosa posso regalare a mio padre con pochi soldi massimo 5-10euro?è un tipo semplice..non gli piacciono i bracciali,le collane,gli piace il calcio ma nel modo giusto..mi aiutate????vi prego!!!!

    • anna scrive:

      Ciao, Pupy non sono l’unica a pensarla così ma un regalo è solo un segno di quanto una persona conta per noi, quindi anche con poco un regalo può essere speciale…potresti regalargli un cd musicale magari del suo cantante preferito,la musica è un regalo ricco di emozioni che sicuramente gradirà oppure una cornice ce ne sono di carine da ikea.. o un portachiavi OVS è sempre molto fornita

Scrivi un commento