Settimana 21 di gravidanza

Come cambia la mamma

La pelle del ventre inizia a tirare, e questo potrebbe causare prurito. Potrai cominciare ad avere disturbi allo stomaco (una sensazione di bruciore che si propaga nella parte bassa del torace) e rigurgitare piccole quantità di fluido acido. In questo caso, chiedi al medico di prescriverti un antiacido. Più facilmente alcune donne possono continuare a soffrire di nausea, anche oltre i primi mesi di gravidanza.

Per approfondire, guarda questo video:

Stages in human embryonic developmentCome cresce il bambino

Spesso questo è il periodo in cui si posiziona a testa in giù per restarci fino al momento del parto. Si muove ancora liberamente “nuotando” nel liquido amniotico e lo sentirai sempre di più dare calci. Il piccolo inizia a toccare anche il suo corpo. Il cordone ombelicale si inspessisce e diventa più lungo, dal momento che il sangue viaggia sempre con più forza attraverso il corpo del bambino.

Gli esami da fare

Solo se non sono stati effettuati nel corso della 20 settimana:
– Esame delle urine
Toxotest e/o Rubeotest, solo se negativi nelle prime analisi.
Test di Coombs indiretto, solo se gruppo sanguigno Rh è negativo.
Emocromo
Creatininemia

Ecografie:

Se non effettuata durante la 20 settimana:
– ecografia morfologica

* Leggi anche lo Speciale: gravidanza, dizionario degli esami settimana per settimana

Ricordati di..

E’ il momento di pensare alla” lista nascita“, ovvero cominciare a segnarsi tutto ciò che potrà servire per il bebè in arrivo e quindi perché non annotare tutto in una lista, da tenere ben conservata in un cassetto, da compilare con calma e consegnare nel nostro negozio di fiducia circa un mese prima della data presunta di nascita o chiedendo ad amici e conoscenti un aiuto per recuperare l’attrezzatura fondamentale, come carrozzina, ovetto per l’automobile, pannolini, primi body e pagliaccetti o vestitini?

Per approfondire, leggi: Dieci cose indispensabili. Per bebè low cost no frills


Scrivi un commento