Settimana 35 di gravidanza

Come cambia la mamma

Pregnant woman doing breathing exercisesQuando ti muovi o quando fai qualche sforzo potresti sentire un leggero affanno: sempre meglio evitare di portare pesi o di stare in piedi a lungo. Negli ultimi mesi il sangue ha una concentrazione di emoglobina più bassa e quindi contiene meno ossigeno. Perciò la neomamma deve respirare più velocemente! Poiché, inoltre, la quantità di sangue in circolo è aumentata, il lavoro del cuore si incrementa e ciò implica una fatica ulteriore anche per l’apparato respiratorio. Infine, a causa del volume del pancione, il torace non riesce più a espandersi come prima e per far entrare la giusta quantità di aria deve compiere un maggior numero di atti respiratori. Quindi il consiglio è quello di fare tutto con calma! Inoltre il mal di schiena potrebbe aumentare, perché i legamenti e i muscoli che reggono le giunture nel punto vita si rilassano. Attenzione, poi: il collo dell’utero comincia ad appiattirsi…ci siamo quasi!

Come cresce il bambino

Variation in  fetal presentationNelle ultime settimane, il peso può aumentare fino a mezzo chilo a settimana, ma non è più un valore costante come nei primi due trimestri: varia da bambino a bambino. Avendo meno spazio a disposizione, i movimenti del bambino sono ora più lenti e meno frequenti, anche se vengono recepiti molto nettamente dalla mamma. In genere in questo periodo il bambino assume la sua posizione definitiva, che nella maggior parte dei casi è a testa in giù. Se in quest’epoca ha ancora la testa verso l’alto, cioé si trova in posizione podalica, molto difficilmente riuscirà a girarsi.

Per approfondire leggi Parto: le posizioni del feto

Gli esami da fare

Solo se non sono stati effettuati nel corso della 33ma o 34ma settimana:

– Esame delle urine
Toxotest e/o Rubeotest solo se negativi nelle prime analisi
Test di Coombs indiretto solo se gruppo sanguigno Rh negativo
Emocromo
Test HIV: consente di monitorare il decorso dell’infezione dalla fase di sieropositività asintomatica alla malattia AIDS conclamata
– HBsAg: marcatore immunologico dell’epatite B
HCV: marcatore immunologico dell’epatite C
Tampone batteriologico vagino-perineale per la ricerca dello streptococco di tipo B: il 12 % delle madri portatrici contagia il neonato alla nascita, pertanto, in caso di positività, è necessario seguire una profilassi antibiotica
Flussimetria, utile per individuare i casi di ritardo di crescita (ovvero i casi di small for date, piccoli per la data)

Leggi anche lo Speciale: gravidanza, dizionario degli esami settimana per settimana

Ricordati di…

Siccome in questo periodo il pancione non si riesce proprio a nasconderlo, allora, con la collaborazione del futuro papà, pennarelli lavabili alla mano, potrete trascorre un pomeriggio a divertirvi a dipingere e disegnare la vostra pancia per poi fotografarla e tenere il ricordo!


Scrivi un commento