Settimana 36 di gravidanza

Come cambia la mamma

Quando il feto adagerà il capo nella tua cavità pelvica, potresti avvertire dei crampi. In una seconda gravidanza, accade verso la quarantesima settimana o addirittura durante le doglie. Avrai lo stimolo ad urinare di frequente. Inoltre, a causa della compressione dell’utero sulle tue innervazioni, potresti sentire dolore agli arti inferiori, al pube e all’inguine.

Ma come riconoscere le doglie del parto? Eccolo spiegato in questo video:

Come cresce il bambino

Nel corso della 36ma settimana quasi tutti gli organi hanno ultimato il loro sviluppo, tranne i polmoni, che non sono ancora completamente pronti per la respirazione autonoma fuori dall’utero. Dalla questa settimana inoltre l’apparato uditivo raggiunge un buon livello. E’ dimostrato che il bambino può riconoscere anche la voce del suo papà. In generale “sente” meglio i suoni gravi rispetto a quelli acuti ed è infastidito dai rumori forti. Le sue unghie sono già cresciute, la testa è ricoperta da capelli sottili.

Gli esami da fare

Test tube labeled Hepatitis isolated on whiteSolo se non sono stati effettuati nel corso della 33, 34, 35ma settimana:

– Esame delle urine
Toxotest e/o Rubeotest solo se negativi nelle prime analisi
Test di Coombs indiretto solo se gruppo sanguigno Rh negativo
Emocromo
Test HIV: consente di monitorare il decorso dell’infezione dalla fase di sieropositività asintomatica alla malattia AIDS conclamata
– HBsAg: marcatore immunologico dell’epatite B
HCV: marcatore immunologico dell’epatite C
Tampone batteriologico vagino-perineale per la ricerca dello streptococco di tipo B: il 12 % delle madri portatrici contagia il neonato alla nascita, pertanto, in caso di positività, è necessario seguire una profilassi antibiotica
Flussimetria, utile per individuare i casi di ritardo di crescita (ovvero i casi di small for date, piccoli per la data)

Leggi anche lo Speciale: gravidanza, dizionario degli esami settimana per settimana

Ricordati di…

Si sta avvicinando il momento in cui sarai alle prese con le ninne nanne, le fiabe e le filastrocche da canticchiare al piccolo per la pappa, la nanna e per qualsiasi momento della giornata. E allora perché non cominciare a cercarle e magari realizzare una piccola raccolta da utilizzare all’occorrenza? Guarda su Filastrocche.it quante ne puoi trovare!


Scrivi un commento