Sfruttare social network e personal branding per il proprio blog: come e perché

ADV

mammacheblog

In questi ultimi anni si è assistito a un fenomeno nuovo nell’era digitale: l’avvento e la crescita di importanza non solo dei blog, ma anche dei social network come facebook, twitter e altri. Un fenomeno che ha invaso non solo la sfera personale, ma in tantissimi casi anche quella professionale, creando contatti e modalità di scambio di idee, fino a diventare ormai indispensabile per la promozione e il potenziamento della propria attività, che sia in Rete oppure no.

Attraverso i social network, cioè, è possibile creare e sviluppare il brand della propria impresa, ovvero il marchio che la caratterizza rispetto a tutte le altre e che ne determina il successo. Ce ne parla più nel dettaglio Luigi Centenaro, vero “guru” del personal branding, che a MammacheBlog (l’evento dedicato alle mamme 2.0 che si terrà a Milano questo 9 giugno) sarà tra i relatori del MomTalk Blog e oltre: opportunità Social Network.

Che cosa è il personal branding e come può essere utile per le mamme?

Ehm, posso rispondere anche se sono un papà? Amo definire il Personal Branding come il processo con cui scopriamo e spieghiamo il motivo per cui qualcuno dovrebbe sceglierci professionalmente.

Visto il tipo di vita che devono sostenere oggi le mamme, penso che il più grande vantaggio del Personal Branding sia proprio l’ottimizzazione del tempo e delle risorse! Tutte le mamme infatti vivono quotidianamente la sfida di posizionarsi nel mondo del lavoro, mantenendo un equilibrio tra vita professionale e privata. Sia che siano manager, dipendenti, libere professioniste o in cerca di un lavoro e magari contemporaneamente Blogger!

In questo senso il Personal Branding non solo le aiuta a valorizzare quello che sanno e amano fare meglio, ma è un’ottima strategia per attirare le migliori opportunità, con grande risparmio in termini di tempo e risorse. Il Personal Branding infatti è un modo per “vendersi in anticipo” o per “farsi comprare meglio” (passatemi entrambi i termini), molto più efficiente di “andare a vendere” o “promuoversi”.

Quanto contano i social network per la ricerca di lavoro, il potenziamento della propria attività o il lancio della propria idea?

Esattamente quanto conta il passaparola offline (dicono che sia la causa nella stragrande maggioranza dei casi), solo che a velocità mai viste prima!

Usare i social media per il personal branding cogliendone le opportunità ed evitandone le insidie: 3 consigli utili

I Social Media hanno un grande vantaggio intrinseco: se stai sbagliando te ne accorgi presto! Per questo motivo il primo consiglio è quello di buttarsi.

Ma da dove partire? Il secondo consiglio è fare subito quello che sappiamo fare meglio. Nel senso: siete brave a scrivere? Scrivete! A fare video? Fate dei video spettacolari! Avete sempre la frase giusta al momento giusto? Imparate da Domitilla e andate su Twitter! Ma non per diventare “guru dell’ovvio” perché ce ne è già una… Sembra banale ma spesso cerchiamo di frequentare ogni media con vari risultati, quando concentrarsi dove siamo eccellenti è sempre la strada più semplice

Il terzo consiglio è quello di pensare sempre alla propria reputazione sul lungo termine e considerarla la cosa più importante in assoluto, soprattutto online. Purtroppo non possiamo fare come le aziende che si possono permettere di creare e disfare un marchio se le cose non vanno… Le persone solitamente hanno solo un Brand e per tutta la vita!

In riferimento al tuo intervento a Mammacheblog – Social Family Day, cosa ti aspetti da una audience tutta di mamme?

Intendi quando dovrò parlare di Personal Branding ad un gruppo di donne appassionate, blogger, già competenti sui Social Media, la cui parola è verbo per i Brand e sono l’unico uomo presente nel Panel? Non voglio pensarci…

Per scoprire il programma dell’intera giornata, leggete il nostro post MammacheBlog: il 9 giugno una giornata di scambio e confronto tra mamme blogger!

Per approfondire le tematiche che verranno discusse potete invece leggere le interviste su:

Genitori e figli crescono insieme nell’era digitale: se ne parlerà a MammacheBlog il 9 giugno

Blog come professione: è possibile?

A MammacheBlog lezioni per far crescere il proprio blog

Mommy blogging: inventarsi una professione a misura di famiglia

Scrivi un commento