Sicurezza in auto: bebè a bordo

ADV

Al benessere dei bambini dedichiamo sempre  la massima attenzione, per la salute, l’alimentazione, l’igiene, i giochi. Particolare attenzione va rivolta alla loro sicurezza in auto, poichè capita spesso di trasportare un BEBE’ a bordo.

Le statistiche nel nostro paese non offrono dati incoraggianti: ogni anno 10mila bambini riportano ferite più o meno gravi a seguito di un incidente stradale.

Molti degli incidenti si verificano in città, su strade urbane ad alta densità di traffico. Quindi semmai dobbiamo effettuare uno spostamento, seppur breve, con un bambino non trascuriamo nessun dettaglio di sicurezza.

La normativa europea in vigore in italia dal 2006 impone a tutti i passeggeri l’utilizzo delle cinture di sicurezza qualunque posto occupi, ma poichè le cinture non sono adatte a chi ha un altezza al di sotto di 1,50m, i bambini devono essere trasportati con dispositivi di sicurezza adeguati.

Esistono in commercio varie tipologie:

Il seggiolino del gruppo 0 per bambini da zero a dieci chili, vanno montati nel senso opposto al senso di marcia o se la vettura ne ha l’omologazione nel senso di marcia e per bambini di almeno sei chili.

Il seggiolino del gruppo 0+ con le stesse caratteristiche ma con maggiore protezione per testa e gambe.

Gruppo 1 per bambini da 9 a 18 chili con in dotazione cinture di sicurezza supplementari.

Gruppo 2 per bambini da 15 a 25 chili dotato di braccioli omologati e fissaggio all’altezza delle spalle delle cinture di sicurezza dell’auto.

Gruppo 3 per bambini dai 22 ai 36 chili con cuscini semirigidi che aumentandone l’altezza permette l’utilizzo delle normali cinture di sicurezza. Esistono anche seggiolini che coprono molte fasce di peso per esempio 1-3 detti ALL- IN- ONE. Tuttavia sono preferibili i sistemi che si adattano alla corporatura del bambino in ogni fase della crescita.

Attenzione: il seggiolino va posizionato sempre nel sedile di dietro in posizione centrale per evitare urti laterali dove la protezione è minore; se presente airbag nei sedili posteriori va disattivato.

Se si viaggia in taxi l’uso del seggiolino non è obblogatorio ma il bambino va fatto sedere sempre nel sedile posteriore.

Dal 2011 diventerà obbligatorio il sistema ISOFIX che permette di agganciare il seggiolino al sedile dell’auto soprattutto quello del gruppo 1, questo sistema ha rivelato maggiore sicurezza per gli impatti laterali, per legge tutte le autovetture immatricolate ne saranno dotate.

Immagini:

poliziadistato.it

mentecritica.net

bebèblog.it

Scrivi un commento