Sicurezza in auto: le posizioni scorrette

ADV

Auto e sicurezza: un tema importantissimo. Non possiamo fare a meno di prestare attenzione a come tuteliamo l’incolumità nostra e di chi viaggia con noi. Sempre: per brevi tragitti o per viaggi di ore, se viaggiamo da soli o se trasportiamo adulti e bambini, se siamo noi a guidare o se invece siamo passeggeri. Non è così scontato, spesso ci coglie la tentazione di trovare scuse al rispetto delle regole più elementari:

sono adulta, se viaggio dietro non mi può succedere nulla

il tragitto è breve e il bimbo piange, lo prendo in braccio”,

siamo in città a andiamo piano, perchè discutere coi figli? se non si vogliono legare peggio per loro!

Lo so, siamo un po’ ripetitivi, ma sono argomenti da non sottovalutare! Il problema, però, è che non basta seguire le regole approssimativamente: la sicurezza in auto vuole che ci si allacci ai sistemi di ritenuta più idonei, dal seggiolino al riduttore alla cintura di sicurezza, ma che si presti molta attenzione a come si viaggia.

Un seggiolino agganciato male o in modo scorretto, un bimbo che durante il tragitto si sdraia o si toglie la cintura dal braccio, un passeggero che tiene le gambe sopra al cruscotto, questi sono tutti casi in cui in un incidente ilrischio di farsi molto male è elevato.

Vediamo a tale proposito un video su un crash test effettuato proprio per studiare le conseguenze del viaggiare in posizioni scorrette.

Come al solito c’è da rimanere colpiti!

Attenzione, quindi. E durante i viaggi lunghi programmate piuttosto un numero maggiore di pause che permettano a voi e ai vostri figli di sgranchirsi le gambe, distrarsi un po’ e successivamente di viaggiare più sereni!

Fonte:

sicurauto.it

omniauto.it

comune.laloggia.to.it

Scrivi un commento