Da 14 settembre 2009 1 commento Leggi tutto →

Sintomi della gravidanza: alterazioni di gusto ed olfatto

ADV

Continuiamo la nostra carrellata sui sintomi precoci di gravidanza, sul calendario dei sintomi mese per mese ci sono anche le alterazioni del gusto e dell’olfatto nei primissimi mesi, come per tutti gli altri sintomi anche questo può non essere presente ma, spesso, è il primo segno da cui ci si accorge di essere in attesa e si associa alla nausea gravidica, statisticamente presente nel 60% delle gravidanze.

Vediamo un po’ nel dettaglio cosa succede: l’olfatto si fa più acuto e si percepiscono come molto forti tutti gli odori, i gusti che prima erano graditi diventano troppo forti e sgraditi, fino ad arrivare alla nausea e, più raramente, al vomito. In bocca si avverte spesso una sensazione metallica e l’aumento della salivazione, che risultano molto fastidiosi.

In pratica si diventa ipersensibili e si possono cambiare temporaneamente i propri gusti alimentari, anche il profumo abituale può diventare un problema insieme agli odori più disparati che si sentono, amplificati, nella vita di tutti i giorni.

Al mondo esterno potranno sembrare “stranezze” ma questi cambiamenti hanno una base fisiologica, principalmente sono sintomi dovuti all’ormone della maternità, la gonadotropina corionica umana, che viene anche rilevata dai test di gravidanza, e che inizia ad essere prodotta quando l’embrione si è impiantato sulla parte uterina, mediamente a partire da tre giorni dopo la fecondazione, quindi non c’è niente di anormale o di preoccupante e neppure di “immaginario”.

Per quanto riguarda odori e sapori è bene spiegare alle persone che ci sono vicine cosa ci succede e chiedere che evitino di mettersi addosso profumi forti e che non fumino in nostra presenza, che è cosa altamente sconsigliata per mamma e feto anche se non ci sono problemi di nausee.

Per cercare di arginare la nausea mattutina si possono mangiare spuntini secchi (cracker o biscotti) appena alzate, per il resto della giornata è bene abituarsi a fare spuntini piccoli e frequenti, si può arrivare anche a 7 al giorno, per avere sempre lo stomaco pieno.

Nella stragrande maggioranza dei casi questi fastidi tendono a scomparire dopo il terzo mese di gestazione, solo raramente continuano anche per tutti i nove mesi di attesa.

1 Comment on "Sintomi della gravidanza: alterazioni di gusto ed olfatto"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. miriam scrive:

    ciao a tutte le pancine,volevo sapere dopo quanto tempo dal concepimento si sentono i gusti strani,io sono al 8°giorno e sta sera sentivo i gusti tipo amari metallici.Nel pomeriggio ho avuto perdite liquide trasparenti a volte un pò bianche e ho dei puntini rossi e bianchi in rilievo sulle ereole del seno,crampetti al basso ventre e fittine in zona lombare,non le aspetto il 13 (non ho mai avuto spotting o dolori pre mestruali)Grazie in anticipo

Scrivi un commento