Da 11 marzo 2010 0 commenti Leggi tutto →

Sintomi gravidanza: tensione al seno e sbalzi d’umore, rimedi classici e naturali

ADV

Fin dalle prime settimane dell’attesa, estrogeni e progesterone contribuiscono a preparare il seno della futura mamma al compito dell’allattamento. Se nel primo trimestre di gravidanza gli effetti di questi cambiamenti vengono appena percepiti, nel secondo la tensione al seno e la maggiore sensibilità dei capezzoli possono risultare fastidiosi.

Per alleviare il disagio della futura mamma, si può optare per un modello di reggiseno più ampio e confortevole, preferibilmente di cotone, un tessuto che favorisce la traspirazione. Anche l’applicazione di un impacco di acqua fredda sul seno può dare sollievo alla sensazione di gonfiore e di eventuale indolenzimento. Infine, l’impiego di una crema emolliente di qualità può giovare in caso di irritazione e ipersensibilità dei capezzoli.

Per quanto riguarda i rimedi naturali invece creme molto efficaci, con effetto anti congestionante, sono quelle agli estratti di calendula. Questi preparati per uso esterno possono essere utilizzati con tranquillità in gravidanza, perché non circolano nell’organismo materno e non superano la barriera della placenta.

Mentre la stanchezza, un po’ d’ansia per l’avvicinarsi del parto, il disagio provocato dai cambiamenti fisici sempre più evidenti… Sono tanti i fattori che possono causare nervosismo e tensione nella futura mamma. Ma gli sbalzi d’umore e l’emotività di questo periodo sono dovuti anche a cause biologiche a causa del progesterone che agisce su tutti i tessuti, compresi quelli cerebrali, con effetti sul sistema nervoso centrale.

Dunque alcune lievi alterazioni dell’umore sono un fenomeno del tutto fisiologico nel corso della gravidanza e vanno, perciò, tollerate senza drammatizzare. Esiste, tuttavia, una fascia di future mamme, che soffre di veri e propri disturbi dell’umore e rischia, dopo il parto di soffrire di depressione. E’ dunque importantissimo riconoscere per tempo le situazioni a rischio per offrire tutto il supporto psicologico necessario per prevenire disagi e malesseri dopo la nascita del bambino.

Per alleviare l’abbattimento dovuto alla stanchezza fisica, è utile assumere integratori di sali minerali, che contengono piccole dosi di rame, oro e argento. Si trovano in farmacia e non comportano rischi per la gravidanza. La classica tisana di camomilla può essere utile per combattere il nervosismo e qualche occasionale mal di testa da stress.

Attenzione, però, a non utilizzare miscele di erbe non meglio identificate, che potrebbero contenere anche principi attivi dannosi per il nascituro. Per acquistare estratti vegetali o preparati per tisane, è preferibile rivolgersi a una farmacia-erboristeria e scegliere solo prodotti che abbiano sulla confezione l’elenco completo degli ingredienti. Infine, un rimedio omeopatico indicato per l’ansia e i sintomi depressivi è l’ignatia, diluita a 30 CH, in dosi da due granuli una volta al giorno.

Immagini:
images.com by Image Source
notizie.virgilio.it
cgi.ebay.it

Blogmamma.it ha carattere divulgativo. I punti di vista e le informazioni date non intendono in nessun caso sostituirsi al parere del medico, che invitiamo sempre a consultare in caso di dubbio.

Scrivi un commento