Smettere di fumare in gravidanza: alcuni suggerimenti

ADV

Una donna incinta è indubbiamente più motivata a smettere di fumare. Recenti indagine mediche, peraltro, sembra abbiano scoperto che le donne incinte riescono a superare prima e meglio delle altre la dipendenza dalla sigaretta:  dopo 4 giorni, infatti, per molte il desiderio di fumare cala radicalmente e le crisi di astinenza non sono così forti.

La prima cosa da fare, però, è non sentirsi in colpa se si fuma e non voler smettere (da sole) troppo in fretta, secondo un dossier apparso su Elle France: chi smette troppo in fretta, infatti, è più soggetto a ricadute che si rivelano, poi, anche più dannose. Il magazine francese suggerisce alcuni metodi per smettere di fumare, molti di quali già illustrati su Blogmamma.

Innanzitutto, pare che i cerotti e le caramelle alla nicotina non siano particolarmente dannose per il feto. Intendiamoci, non che facciano bene: ma, sempre secondo quanto riportato da Elle, sono il tabacco e gli altri componenti della sigaretta ad essere realmente nocivi. Al contrario, è la nicotina che crea dipendenza e che fornisce quella sensazione di appagamento che molte ricercano nella sigaretta. Dunque, via libera per un certo periodo a cerotti e caramelle alla nicotina. Prima, però, consultiamo sempre il ginecologo.

Anche l’omeopatia fornisce utili indicazioni per smettere di fumare, associando una serie di piante medicinali che creano disaffezione al fumo:  sul sito Smettere di fumare troviamo molte indicazioni, ma anche in questo caso vale la regola di rivolgersi prima al medico curante e al ginecologo.

Infine, possono esserci utili anche i gruppi di incontro, organizzati dalle ASL o da centri specializzati all’interno degli ospedali. Si consiglia di recarsi in questi posti prima di avere il pancione, ma possono essere davvero utili.

Quello che fa la differenza, però, rimane la nostra incrollabile forza di volontà e la nostra motivazione che, in questi mesi, potrebbe dimostrarsi davvero determinante

Foto: Flickr

Scrivi un commento