Solari bambini: quali scegliere?

ADV

Sappiamo quanto sia importante una  giusta protezione dai raggi solari, quindi indispensabile per bambini e i neonati che hanno una pelle molto più sensibile e delicata della nostra assicurare  un’adeguata protezione.

Le radiazioni solari si dividono in Uva responsabili del fotoinvecchiamento e fotoallergia ,le Uvb responsabili dell’ arrossamento della pelle e degli eritemi .
L’abbronzatura è un meccanismo di protezione naturale della pelle in risposta ad una aggressione fisica. La prima reazione al sole è una risposta infiammatoria che si presenta come arrossamento.

Se il nostro cucciolo ha pochi mesi, dobbiamo usare un prodotto con un elevato grado di protezione. Il grado di protezione non deve comunque essere inferiore a 60, al massimo 40 se ha compiuto almeno un anno. Se invece si tratta di un bambino più grande, possiamo scendere anche a 20 e osservando la sua carnagione, vediamo se è ben protetta o tende all’arrossamento. Se ha una carnagione particolarmente chiara e una forte sensibilità nei confronti dell’esposizione al sole, dobbiamo mantenere comunque alto il grado di protezione.

I bambini amano stare in acqua e giocare con la sabbia per questo scegliamo prodotti non particolarmente appiccicosi ed resistenti all’acqua,waterproof. La crema va applicata più volte durante la giornata, facendo particolare attenzione alle spalle e alle zone che ricevono i raggi del sole in maniera più diretta. Va applicata abbondantemente come un vero e proprio strato protettivo  mezz’ora prima dell’esposizione, anche ai lobi delle orecchie, nuca e piedi e sul viso.

Va steso abbondantemente perchè un fattore 50 su una zona estesa come le spalle si trasforma in una 30 o 20 , ecco perchè può capitare di bruciarsi con un fattore apparentemente alto come il 30 se non usato in maniera abbondante!
Rinnova l’applicazione ogni mezz’ora se tuo figlio ha meno di 3 anni e ogni due ore dopo i tre anni, riapplica la protezione solare anche dopo ogni bagno, e se il cielo è nuvoloso perché l’80% degli UV pass attraverso le nuvole.

Preferite creme senza  profumi che rendono ancora più sensibile la pelle esposta al sole, la crema va riapplicata dopo numerosi bagni , anche se il solare e’ waterproof, inoltre è  importante che i solari contengano filtri a base di ossido di zinco e di titanio che riflettono e disperdono le radiazioni in modo fisico  e non  sono assorbite dalla pelle, e prive di agenti chimici. La presenza di queste sostanze rende le creme ed i latti spessi ed poco “spalmabili” ,quella patina bianca che resta ai bambini la sera anche dopo averli lavati è in effetti  impermeabile ai raggi solari e garantisce una giusta di protezione. E prima di dormire un delicato massaggio con una crema doposole  idratante ed emollienti!!

Immagini:
guidaacquisti.net
casa.atuttonet.it
medicinalive.com

Scrivi un commento