Come sopravvivere all’arrivo del secondo figlio: dieci consigli utili

ADV

sopravvivere-al-secondo-figlio

 

Come sopravvivere all’arrivo del secondo figlio? Avere a che fare con un fratellino maggiore e con un neonato, non è sempre facile. Ecco qualche suggerimento. Cosa aggiungereste?

Se il primo figlio vi ha sconvolto la vita, l’arrivo del secondo figlio la stravolgerà definitivamente. Ci si abitua alla vita con un bebè e si comincia a desiderare di dare un fratellino o una sorellina al proprio bimbo. Spesso, però, il secondogenito è un vero e proprio tsunami per la famiglia. Come sopravvivere all’arrivo del secondo figlio? Ecco qualche consiglio. Voi cosa aggiungereste?

Sopravvivere all’arrivo del secondo figlio:  consigli utili

Chiedi aiuto

Sembrerà banale e scontato, ma è sempre meglio ripeterlo. Chiedi aiuto a chiunque possa dartelo: dal tuo compagno ai nonni, dalle zie agli amici. Anche per poco tempo, l’aiuto di qualcuno diventa prezioso.

Sfrutta i nonni

Per chi ha la fortuna di avere i nonni, è arrivato il momento di sfruttarli. Il fratellino più grande può avere le coccole e le attenzioni dei nonni, andare con loro al parco a giocare, mentre tu ti dedichi al nuovo arrivato.

Considera l’opzione baby sitter

Non ci sono nonni e zie a disposizione? Non pensare che la tua vocazione debba per forza essere quella della wonder woman a tutti i costi. Considera l’opzione baby sitter, che ti possa aiutare nei momenti critici della giornata, che ti dia una mano se sei in vacanza da sola con i figli, che ti possa lasciare qualche ora solo per te, per riposarti o farti semplicemente un bel bagno rilassante.

Il papà, aiuto prezioso

Chiedi al tuo compagno di essere presente e di tornare a casa dal lavoro in un orario tale da riuscire ad aiutarti. Coinvolgilo nella cura dei figli. Chiedigli di prendersi uno dei due bimbi, in modo tale da riuscire ad avere un momento esclusivo con il grande o con il piccolo.

Ottimizza armadi e zona cambio

Prima che nasca il secondo, è bene rendere tutto il più organizzato possibile. Sistema l’armadio dei bambini in modo tale da avere a portata di mano tutto ciò che riguarda i bambini. Prepara una zona cambio anche nella stanza in cui passi più tempo insieme al maggiore. Se la casa è su due piani, ad esempio, converrà avere un fasciatoio e tutto l’occorrente per il cambio anche nel piano di sala e cucina.

Prepara per tempo pranzi e cene

Prepara e congela qualcosa che possa salvarti il pranzo o la cena quando non avrai tempo per farlo. Se hai nonne, zie e amiche che vogliono sentirsi utili, chiedi loro di cucinare per te.

Tieni sempre sotto mano qualcosa che possa distrarre il primogenito

Preparati: quando dovrai allattare il piccolo, al grande verrà fame e sete o addirittura dovrà andare in bagno. Sono mosse per attirare l’attenzione. Prima di allattare il bebè, prepara qualcosa che possa distrarre il fratellino più grande, fallo sedere in fianco a te e gioca insieme a lui.

Coinvolgi il fratello maggiore

I fratelli maggiori hanno bisogno di attenzioni. Coinvolgendoli nella cura dei bebè li si responsabilizza. Chiedere al fratello maggiore di aiutarti nella cura del piccolo serve a farlo sentire importante.

Non trattare il maggiore da grande

Responsabilizzare e coinvolgere il grande va bene, ma non bisogna esagerare. Mai farlo diventare grande improvvisamente, ma trattarlo per l’età che ha. Cerca, inoltre, di ritagliarti qualche momento solo per lui.

Non stare da sola

Passare le giornate da sola con due bambini non aiuta. Trovati amiche che abbiano bimbi piccoli come i tuoi e passa con loro i pomeriggi: i bambini grandi giocheranno e tu avrai qualcuno con cui chiacchierare. Il tempo passerà più velocemente per tutti!

Per voi mamme di due (o più figli), come è stato l’arrivo del secondo figlio? Cosa aggiungereste ai nostri consigli?

 

Scrivi un commento