Da 23 gennaio 2009 5 Commenti Leggi tutto →

S.O.S. abuso di alcool e cocaina

ADV

Leggo sul Corriere del 19 gennaio che 16.000 ragazzi tra i 14 e i 19 anni farebbero uso di alcool e cocaina solo nell’area milanese. E’ una stima fatta a partire dal numero di ragazzi che accusa problemi cardiologici (un terzo dei quali dovuto all’abuso di droga congiunta ad alcool) e di quelli con disturbi della personalità (40% dei quali imputabili a questi due fattori, cocaina e alcool).

Solo a Capodanno sono stati ricoverati negli ospedali milanesi 3 ragazzi con un infarto causato dal consumo congiunto di cocaina e alcool.

Luca, 23 anni, ha provato la cocaina a 19 anni e a 20, dopo un incidente disastroso, è finito nella comunità di recupero di don Mazzi. Ora, che si ritiene in fase di recupero, accenna alla sua storia. Racconta di come ha inziato, per gioco, per curiosità, racconta di come si sentisse un grande, il migliore di tutti, racconta di come i suoi genitori non potessero credere che era drogato, la notte dell’incidente. Queste cose possono succedere solo nelle famiglie dove non ci si parla, dove ci sono problemi; i medici avranno sbagliato le analisi, disse la mamma di Luca.

Ho temuto per un attimo, ma solo per un attimo, di poter essere io un giorno questa madre che rifiuta di accettare l’evidenza dei fatti. Chi mi assicura che io sia in grado di trasmettere ai miei figli, oggi ancora piccoli, dei principi saldi – primo tra tutti l’amore e il rispetto per se stessi e per il proprio corpo – e delle sicurezze che li tengano lontani dal desiderio di ebbrezza che droga e alcool offrono? Ciascun genitore fa sicuramente del proprio meglio per mettere in guardia i figli nei confronti di questo mondo, ma non tutti ci riescono, e non sempre le colpe sono solo loro. Siamo stati tutti giovani, e tutti abbiamo conosciuto il fascino del proibito, il desiderio di trasgressione.

Poi mi sono detta: no, queste cose succedono solo nelle famiglie dove ci sono problemi.

La difficoltà sta proprio nell’avere il coraggio di riconoscere i problemi, di accettare una verità che può essere intollerabile; spesso è preferibile coprirsi gli occhi, fare come gli struzzi. A volte, magari, capita anche che i figli siano davvero bravi a dissimulare, chissà…

Succede anche a voi di avere timori simili ai miei, o sono io eccessivamente apprensiva e influenzabile dai fatti di cronaca?

5 Comments on "S.O.S. abuso di alcool e cocaina"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. Sofia scrive:

    Controllarli senza essere invasivi, fare attenzione alle amicizie che frequentano e parlare con loro. Parlare di tutto e cercare di farli ragionare sulle cose e non imporre dei divieti senza che ne capiscano il motivo.
    Altro non saprei…

  2. Livia scrive:

    Roberta: è vero, la condivisione delle emozioni, anche di quelle sgradevoli, è fondamentale.
    Rosanna: hai ragione, confidiamo però che ci sia ancora una moltitudine di ragazzi diversi da quelli che fanno notizia sui giornali, ragazzi con dei valori, le cui aspirazioni vanno oltre il desiderio di possedere l’ultimo modello di telefonino. E speriamo che questi ultimi rappresentino l’esempio che seguiranno i nostri figli ancora piccoli.

  3. Rosanna Andreatta Trento scrive:

    Anche eccesso di benessere e viziarli troppo è un problema il mio compagno ha distrutto due aziende dei genitori e ancora gli dicevano poverino…ha 40anni e ancora non capisce le priorità e che non serve apparire ma più essere un uomo o donna .. onesti puliti attenti a se a ad altri nonego infinito e spropositato e nemmeno compatiti questo è fornirgli un alibi valido e la certezza che anche la peggio cosa i genitori la copriranno a costo di morire per paralo.
    tutto ciò non è dialogo ponderazione condivisione e sforzo per avere l’ultimo modello di telefono” o altro era un es”ogni cosa deve avere un valore e dei dialoghi non io voglio.
    E quando non si potrà dare così facilmente uccidono?! Stuprano? Rapinano Bruciano gente per noia?!

  4. Rosanna Andreatta Trento scrive:

    Anche io ho avuto problemi di tossicodipendenza per toppo tempo dai 16 hai 28 anni
    Ora che sono tornata a vivere dal 98 mi rendo conto che comunque non sono mai riuscita a rubare o far del male come questa generazione
    Tantomeno per noia questa è più follia che problema di droghe
    Forse il troppo e senze sacrificio alcuno è più il punto il benessere e i valori annullati causano questo.
    Vi assicuro che noi piuttosto ci prostituivamo ma non danneggiavamo altri che noi

  5. Roberta scrive:

    ´Hai ragione di avere timori, é molto difficile…. penso che devi condividere e far vedere ai figli quello che succede intorno e dirgli i tuoi timori, cosi il dialogo diventa piú vero. Molte volte noi genitori non diciamo ai figli che abbiamo difficolta, dubbi, tristezze, eccc…. e questo penso sia necessario cosi´ possiamo stargli piú vicino, non solo nei momenti belli ma anche ai quelli tristi della vita.

Scrivi un commento