Da 21 gennaio 2009 4 Commenti Leggi tutto →

Speciale: i nuovi papà

ADV

Tradizionale? Moderno? In trasformazione? Vero e proprio mammo? Com’è il papà del vostro bimbo? E’ vero, come ci dicono i media, che i papà stanno cambiando? Di questo e di molto altro, si parla nello Speciale: i nuovi papà, il primo degli Speciali che Blogmamma dedicherà ai temi di maggiore interesse per le mamme ma anche, come in questo caso, agli argomenti di più stringente attualità, i più dibattuti o trattati dai media.

Lo Speciale i nuovi papà vuole essere un riflesso della grande attenzione recentemente riscontrata nei confronti del fenomeno dell’avanzata di quelli che vengono definiti nuovi papà ma anche, come sempre nella filosofia di Blogmamma, un modo per confrontarsi tra mamme e, in questo caso, anche papà. Allo Speciale della settimana è legato il Sondaggio: come definireste il papà del vostro bimbo?

4 Comments on "Speciale: i nuovi papà"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. Marianna scrive:

    Caro Mondopapy, grazie a te per averci dato nuovi spunti di riflessione e di discussione!

  2. Mondopapy scrive:

    Ho letto con interesse l’articolo.

    Ovviamente mi ritrovo in questo cambiamento che non appartiene alla generazione dei nostri genitori.

    Credo che tutto nasca dall’emancipazione femminile dando a noi padri l’opportunità di vivere molto più da vicino la nostra genitorialità.

    Non voglio banalizzare, ma accade ancora che la donna assuma il ruolo di madre in modo primario, rimarcando il ruolo di uomo che era negli stereotipi del passato.

    L’uomo viene da una famiglia dove il ruolo del padre è chiaramente decontestualizzato rispetto all’educazione dei figli e alla gestione dell’andamento famigliare (casa ecc).
    Se non viene messo nella giusta condizione rischia di cadere nella trappola che peraltro, essendo esente da implicazioni dirette, è anche comoda e toglie molte responsabilità.

    I nuovi padri vivono un’esperienza impari, meravigliosamente vicini ai propri figli.
    Personalmetne non mi spiego come i nostri padri abbiano potuto fare a meno di una cosa così appagante. Non si tratta solo di un cambio di pannolino o di mescolare la pappa, si tratta di partecipare alla loro crescita in modo attivo, vivo! Di appartenere davvero a loro come loro appartengono a noi. Si, voglio affermare che siamo molto più…..”padri”!

    Mi scuso per il commento tanto lungo….ci sarebbe molto da dire….

    Complimenti per l’articolo, per lo spunto di riflessione che offre e grazie per avermi invitato!

  3. Luca scrive:

    interessantissimo spaccato sui papà moderni. In quale mi ritrovo io? Non lo dico ma… ti ringrazio per avermi citato. TI ho linkata e passerò spesso a “trovarti”

  4. Alessandro scrive:

    Penso di essere un papà moderno: cerco di occuparmi dei miei figli il più possibile, e ho effettivamente riscontrato il cambiamento di cui parlate nei papà della mia generazione (ho 38 anni) rispetto alla precedente.

Scrivi un commento