Da 5 marzo 2012

Adozione a distanza

Tutti i giorni cerchiamo di dare una risposta alle mille domande che quotidianamente si fanno tutte le mamme e tutti i papà impegnati nella bellissima, quanto faticosa esperienza di genitori. Questo è il compito di Blogmamma, un blog a carattere divulgativo e informativo che in nessun modo vuole sostituirsi a pediatri e mamme, ma che cerca di aiutare i genitori a orientarsi e sentirsi meno soli. Non ci scordiamo però dei più sfortunati, mamme, papà e soprattutto bambini che in tutto il mondo vivono in condizioni disumane. Ecco perché sosteniamo ActionAid.

Siamo particolarmente orgogliosi di aver deciso di sostenere ActionAid, un’accreditata associazione senza scopo di lucro di livello internazionale che si occupa di cooperazione allo sviluppo, e la sua campagna per l’adozione a distanza.

Noi di Blogmamma ci crediamo e abbiamo instaurato con ActionAid Italia una partnership, decidendo di pubblicare sulle nostre pagine approfondimenti dedicati. Nei prossimi mesi, infatti, a partire da oggi, ogni settimana pubblicheremo un post che riguarda l’associazione e la sua attività, entrando nel dettaglio della sua azione e focalizzando sul progetto dell’adozione a distanza.

Chi è ActionAid? Cosa fa? Come lavora? Come funziona l’adozione a distanza? Come posso fare per informarmi? Questi sono alcuni degli argomenti che tratteremo, corredandoli di testimonianze concrete sia di chi collabora sul campo con ActionAid, sia di chi ha deciso di aderire a questo importante progetto. Anzi, abbiamo fatto di più: abbiamo dato l’esempio adottando noi per primi, come Blogmamma, un bambino.

Il nostro obiettivo è farvi conoscere Action Aid e soprattutto farvi capire che adottare un bambino a distanza è possibile, è bello, è utile, perché significa aiutare non solo lui/lei, ma anche la sua famiglia e la comunità in cui vive. Per questo cercheremo di fornirvi ogni dettaglio, eliminando i vostri dubbi o sollevando domande a cui non avevate pensato.

Potete sempre fare riferimento a questa pagina per scoprire gli argomenti trattati: qui troverete tutti i link, così da accedere al post che più vi interessa in modo veloce.

ActionAid: una presentazioneaction aid logo

In questo post introduttivo vi parliamo di ActionAid, che tipo di associazione è, quando è nata, cosa fa, il suo modo di lavorare, il suo scopo, quello teorico, combattere ingiustizia e povertà, e quello concreto, aiutare popolazioni che vivono in perenni condizioni di emergenza.

 


Adozione a distanza, cos'èAdozione a distanza: com’è? Come funziona?

Entriamo nel vivo. L’adozione a distanza è il progetto più importante di ActionAid: serve non solo ad aiutare il bambino, ma anche la sua famiglia e la sua comunità, con progetti mirati in zone di intervento specifiche, per contrastare le cause stesse di povertà e garantire al bambino l’accesso a acqua potabile, cibo, istruzione e cure mediche.

 

testimonianze di bambini adottati a distanza

Adozione a distanza: parlano i bambini

A cosa serve adottare un bambino a distanza? In questo post trovate le testimonianze di alcuni bambini che sono stati adottati e che vivono ora in condizioni migliori, grazie a pozzi di acqua potabile, a orti che producono frutta e verdura garantendo cibo, grazie a scuole dignitose che impartiscono quell’istruzione necessaria a costruirsi un futuro.

 

Per Pasqua regalate un’adozione a distanza

Non è fatta di cioccolato, non è coperta da una carta scintillante, ma vale più di mille sorprese: è l’adozione a distanza di un bambino sfortunato. Per Pasqua vi proponiamo un’idea regalo insolita, ma molto importante, perché aiuterà un bambino e la sua comunità a costruirsi un futuro fatto di diritti e salute.

 

Paola Marinozzi, mamma a distanza di Mateus, Brasile

L’esperienza di Paola, mamma a distanza di Mateus (Brasile)

Un’adozione a distanza può cambiare due vite, come racconta Paola Marinozzi, mamma a distanza, che in Brasile è andata a trovare il suo piccolo Mateus. Scoprendo un mondo nuovo (il Brasile che lotta per rinascere) e uno vecchio: il suo, con le sue vecchie lotte per diritti che oggi si danno per scontati.

 

 

Donne e gravidanza in Brasile

Diventare mamma in Brasile: una scommessa sulla vita

Aborto, contraccezione, cure mediche adeguate, malnutrizione, assegno di maternità, solitudine nella cura dei figli: sono alcuni dei punti problematici che una donna deve affrontare in Brasile se vuole diventare mamma, a rischio della propria vita o di quella del suo bambino. Perché ancora oggi in Brasile si muore di parto per problemi di poco conto.

 

Kit informativo ActionAid

Così distanti, così vicini, con ActionAid

Il kit informativo è un primo passo per capire se davvero siamo intenzionati ad adottare un bambino a distanza. Vi arriva a casa senza impegno e contiene tutta la documentazione necessaria per attivarla, o forse qualcosa di più, una foto che racconta di una piccola vita che ha bisogno di noi per farsi largo nel futuro.

 

Sara Re_BrasileAdottando il Brasile, terra di riscatto

Due italiani si imbattono nel Brasile grazie a un’adozione a distanza. Partono per conoscere un bambino, Matheus, di 5 anni, ma scoprono un mondo, dove la lotta per la sopravvivenza è ancora un miraggio, ma dove la voglia di combattere non manca, nonostante tutto.

 

Cidade de DeusI sopravvissuti delle favelas: ecco chi lavora con ActionAid

Ci immaginiamo a volte che chi lavora per ActionAid, come per altre Onlus, sia in realtà fuori dalle realtà in cui opera: non è così e ce lo raccontano due genitori adottivi, andati in Brasile per conoscere Matheus, e finiti dentro una favela, proprio dove sono nati e vissuti quelli che ora lottano per cambiare le cose.

 

Mobina, radio donna Afghanistan

In uno dei paesi dove è più difficile nel mondo essere donna e mamma, Mobina, giovane giornalista, ha fondato una radio libera per cui conduce “A mani aperte”, un programma in cui offre consulenza legale alle donne afghane, lei stessa divenuta paraconsulente legale grazie ad ActionAid. Il suo successo dà speranza alla lotta per i diritti di tutte le donne.

 

La mascotte di Blogmamma, Adrielle Elaine (Brasile)Una mascotte a distanza per Blogmamma

L’avevamo promesso, oggiè realtà: Blogmamma ha adottato un bimbo a distanza, si chiama Adrielle Elaine e viene dalla regione di Pernanbuco, in Brasile. Parliamo di lei, ma anche di quel territorio poverissmo che faticosamente tenta di conquistare i suoi diritti, soprattutto per le donne.

 

ActionAid_Progetto donne BrasileL’amore di una mamma cambierà il mondo

Grazie al progetto donna di ActionAid in Brasile, Neta è riuscita a trovare una nuova vita fatta di riscatto, per se stessa, ma soprattutto per i suoi 7 figli e la sua comunità, una delle più povere e disagiate del paese. Puntare sulle donne è fondamentale per avviare un cambiamento vero.

 

 

Conceiçao das Crioulas_bambolineIl Brasile delle donne guerriere

Se per caso un giorno andate in Brasile, nella regione del Pernambuco, nella comunità di Conceiçao das Crioulas, comprate una delle bamboline di stoffa, vanto dell’artigianato locale: parlano della storia di una comunità nera che da sempre lotta contro la discriminazione. Quella che ancora resiste soprattutto contro le afrobrasiliane, donne che la lotta ce l’hanno nel sangue.

 

Annalisa QuarantaL’amore è un paracadute (e funziona anche a distanza)

Una mamma parla dei suoi bambini speciali: quei tre tipetti che vivono da qualche parte nel mondo e a cui lei sta cercando di dare un aiuto concreto per costruirsi un futuro, grazie ad ActionAid. Annalisa Quaranta racconta a Blogmamma la sua scelta “di pancia”, un gesto straordinario vissuto con piena normalità. E con la consapevolezza che un piccolo contributo può davvero cambiare il mondo.

 

favela_paintingViaggio nel Brasile del futuro: partiamo

Il primo post sul reportage del viaggio in Brasile che faremo insieme ad Alessandra Neri, fundraiser di ActionAid Italia, in partenza per il Pernambuco. Grazie a lei, conosceremo meglio un paese dai forti contrasti, dove il tentativo di costruire un futuro migliore cozza ancora con situazioni di grande povertà, di cui fanno le spese soprattutto le donne e i giovani. A loro innanzitutto sono dedicati i molti progetti di cui Alessandra discuterà con i colleghi locali.

 

Pallone calcio, foto gruppoUna cartolina dal Brasile

Il viaggio di Alessandra Neri, fundraiser di ActionAid Italia, in missione in Pernambuco per conoscere i progetti in corso in Brasile su donne, giovani e bambini, dà i primi frutti: pensieri e fotografie da un mondo che lotta ogni giorno per uscire da un passato di miseria, complice un entusiasmo e una forza fuori dal comune, grazie ad ActionAid e alle sue eroiche donne di ogni età.

 

Disegno di Luiza - casetta e fioriIl mio regalo di Natale si chiama Luiza e ha 5 anni

Alessandra Neri, fundraiser per ActionAid, manda il suo messaggio a Luiza, la bimba brasiliana che ha adottato e che purtroppo non ha potuto incontrare durante il viaggio in Pernambuco di cui ci ha raccontato. Non si sono viste, ma quel viaggio ha fatto capire ad Alessandra come vive Luiza. E le ha fatto toccare con mano quanto sia importante il sostegno a distanza per dare a quei bimbi la speranza di un futuro migliore. Non è uno slogan, è la realtà.

[actionaid]

Scrivi un commento