Da 24 gennaio 2014

Ricette per San Valentino

ricette per san valentino ravioli Non è san Valentino senza una cena romantica. Se pensate di passarla insieme in un ristorantino d’atmosfera, ricordatevi di prenotare per tempo: mai improvvisare la sera di San valentino, si rischia di dover andare a mangiare al fast food! Se invece preferite il caldo tepore di casa e avete bisogno di ricette e idee per prendere per la gola il vostro lui, eccovi accontentate. Cominciamo con gli antipasti Iniziare un pasto con un flute di bollicine, accompagnato da qualche fetta di dolce prosciutto crudo, tagliato al momento, o del più prezioso culatello piò essere un’idea. Ottimi sono anche i patè e i foie gras. Accompagnate  tutto ciò con dei biscottini preparati da voi, come questi sableè al parmigiano, farro e semi di lino. E se volete essere ancora più romantiche, realizzateli a forma di cuore!

Volete fare un menù di pesce? Cominciate con le ostriche e uno chablis. Se volete fare un azzardo, accompagnatele ad un pizzico di ottima senape di Digione in grani. Se non vi piacciono le ostriche, optate per un’insalata di gamberi, arancia sfilettata e finocchi tagliati sottilissimi. Pulite i gamberi, sbollentateli velocemente in acqua bollente e scolateli. Sfilettate le arance (ma potreste utilizzare anche il pompelmo rosa), lavate i finocchi e tagliateli sottilissimi (con una mandolina è l’ideale). Condite il tutto con olio extravergine d’oliva e un pizzico di sale. Passiamo ai primi. Un classico riso allo champagne e scampi, buonissimo! E se volete essere made in Italy, sostituite lochampagne con un ottimo prosecco.Per chi non ama il pesce, una semplice tagliatella con zafferano, un filo di panna, pancetta croccante ed erbette aromatiche. Oppure provare a realizzare un pesto un po’ diverso, come questo di radicchio, formaggio e noci. Utilizzatelo per condire una pasta e aggiungetevi dello speck croccante. Una bontà!

E per secondo? Se avete optato per un menù di pesce, allora potrete acquistare in pescheria un’orata, un branzino, oppure un sarago, un pesce san pietro, un pagello da fare al forno. La cottura più semplice è quella al sale: mettete il pesce (eviscerato, ovviamente!) in una teglia coperta di sale grosso e sommergetelo di sale. Mettetelo in forno e cuocetelo, se è di media grandezza (300/400 grammi), per 20/25 minuti. Volendo potete aggiungere delle erbe aromatiche nella pancia del pesce o, tritate, insieme al sale. Se il vostro lui ama la carne, per variare un po’ sul tema arrosti, preparategli delle polpette (che fanno tanto Lilly e il Vagabondo), magari con il cuore ripieno di filante formaggio e presentate in una bella profila insieme alle patate.

In senso orario: sableè al parmigiano|  riso allo champagne e scampi | polpette di carne | pesto al radicchio

Siamo arrivati ai dolci, come non preparare qualcosa con il cioccolato. Come questa sacher realizzata con la marmellata d’arance al posto di quella di albicocche. Volete provare a fare il profiterole? Io ci sono riuscita, non è poi così difficile!!

Da sinistra a destra: sacher| profiterole

Articoli consigliati

Scrivi un commento