Da 3 gennaio 2014

Seggiolini quando: i gruppi di peso

Rodifix_450

Credits photo Bébé Confort

La legge e le normative europee

Il trasporto dei bambini sui veicoli è regolato dall’art. 172 del Codice della Strada. L’articolo prevede che i bambini di altezza inferiore a 1,50 m siano agganciati a un sistema di ritenuta omologato, adatto al loro peso e alla loro statura.

La normativa europea ECE R 44 individua in tal senso 5 gruppi di dispositivi:

Gruppo 0: per bambini da 0 a 10 kg (da 0 a 6 mesi circa)
. Navicelle che vanno posizionate sul sedile posteriore e assicurate con le cinture di sicurezza dell’auto
Gruppo 0 + (ovetto): per bambini da 0 a 13 kg (da 0 a 12 mesi circa). Deve essere posizionato in senso contrario alla marcia disattivando l’air-bag frontale, qualora il sedile ne sia provvisto
Gruppo 1: per bambini da 9 a 18 kg (da 9 mesi fino 4 anni circa). Dispositivi da posizionare in senso di marcia fissati all’auto attraverso la cintura di sicurezza o il sistema Isofix.
Gruppo 2: per bambini da 15 a 25 kg (da 4 a 6 anni circa)
 Cuscini dotati di braccioli e schienale. Servono a sollevare il bambino in maniera da poter usare, con l’aggiunta di un dispositivo di aggancio, le cinture di sicurezza dell’auto che in questo modo passano nei punti corretti
Gruppo 3: per bambini da 22 a 36 kg (da 6 fino 12 anni circa)
 Anche in questo caso si tratta di un seggiolino di rialzo, con o senza braccioli, che serve per aumentare l’altezza del bambino, affinché si possano usare le cinture di sicurezza dell’auto.
  • L’obbligo di utilizzare questi sistemi cessa quando il bambino supera il metro 50 di altezza, perché da quel momento può essere trattenuto dalle sole cinture di sicurezza dell’auto.
  •  Eccezioni alla legge:
  1. Nel caso di autovetture adibite al servizio pubblico di trasporto (per esempio su un taxi o noleggio con conducente) i bambini con statura inferiore a 1.50 metri possono circolare non trattenuti da appositi sistemi di ritenuta, solo sul sedile posteriore e sempre accompagnati da un passeggero di età non inferiore a 16 anni.
  2. Una seconda eccezione riguarda i veicoli che fin dall’origine non hanno installate le cinture di sicurezza (per esempio alcune auto d’epoca). Su queste vetture è vietato trasportare i bambini di età inferiore a 3 anni. Gli altri (dai 3 anni in su) possono essere invece portati sul sedile posteriore, senza particolari prescrizioni, e sul sedile anteriore solo se hanno superato 1,50 metri di altezza.

Queste soluzioni però (ovviamente) non salvano la vita in caso di incidente!

bimbo-seggiolinoTorna allo SPECIALE SICUREZZA >>

Scrivi un commento