Svezzamento e uovo: quando e come introdurlo?

Bambino che mangia nel seggiolone_ Svezzamento e uovo: quando e come introdurlo

Quando introdurre l’uovo? Questa è una delle tante domande che si pongono i neogenitori che si apprestano a cominciare l’alimentazione complementare, o più comunemente detta svezzamento!

L’inizio dello svezzamento viene vissuto da mamma e papà come una delle prime grandi tappe della vita del proprio bambino… Le indicazioni date dal pediatra vengono seguite in modo perfetto (almeno inizialmente 😉 ) e nonostante questo ci sono sempre tanti dubbi.

Uno tra tanti è ad esempio quando deve essere introdotto l’uovo nell’alimentazione del neonato e in che modo farlo. Anche voi vi siete poste questa domanda? Vediamo di aiutarvi a trovare una risposta.

Svezzamento e uovo: quando e come introdurlo?

Se avete scelto di adottare uno svezzamento tradizionale per il vostro bambino l’uovo potrà essere introdotto nella sua dieta intorno all’ottavo mese. L’uovo, infatti, è ricco di proteine e per questo andrà a sostituire la carne, il pesce o il formaggio previsto nel pasto al massimo due volte alla settimana.

Inizialmente al bambino sarà aggiunto nella pappa solo qualche cucchiaino di tuorlo. È importante che il tuorlo sia ben cotto per evitare possibili contaminazioni e malattie legate all’uovo crudo.

Svezzamento e uovo: come cucinarlo per la pappa

Molto probabilmente, come per la maggior parte delle novità nell’alimentazione, il vostro bebé non apprezzerà il nuovo gusto. Per questo vi consigliamo di preparare un uovo sodo e di sciogliere il qualche pezzetto di tuorlo nella pappa calda. In questo modo il neonato non sentirà grandi differenze e si abituerà più facilmente al cambiamento. Naturalmente se mettete l’uovo nella pappa non aggiungete il parmigiano o grana, altrimenti il pasto diventerebbe iperproteico.

Svezzamento e uovo: quando introdurre l’albume

Fino ad ora abbiamo parlato dell’utilizzo del tuorlo nella pappa del neonato. Per l’albume bisognerà aspettare fino almeno ai 12 mesi di età del piccolo. Questo perché, l’albume è ricco di proteine tra le quali l’ovoalbumina, l’ovotransferrina e la lisozima, che risultano essere molto allergizzanti per l’organismo dei bambini.

Per questo motivo il nostro consiglio è quello di introdurre l’uovo singolarmente senza altri nuovi alimenti, così da poter valutare immediatamente possibili allergie e intolleranze.

In questo post vi abbiamo dato alcuni consigli su quando e come introdurre l’uovo nell’alimentazione dei bambini. Naturalmente ogni caso deve essere valutato a sé. Per cui è giusto, e assolutamente indispensabile che vi consultiate con il pediatra del vostro bambino prima di effettuare qualsiasi cambiamento nella loro dieta.

Altro consiglio è quello di vivere lo svezzamento il più serenamente possibile e per qualsiasi dubbio potete consultare i nostri seguenti post sull’argomento:

Scrivi un commento