Svezzamento: prime pappe ed olio d’oliva

ADV

Nei primi mesi  il latte materno  è l’unico nutrimento necessario all’accrescimento del bambino, questo prezioso alimento contiene tutto quello che serve: liquidi, proteine,  vitamine, sali minerali.

Intorno al sesto mese, quando reni ed intestino hanno un livello di maturazione adeguata per assumere cibi solidi ed il bambino può reggersi da solo  si può divezzarlo, togliere cioè” il vizio del latte”, che non va sostituito del tutto ma adeguatamente inserito nella nuova dieta del bambino.

Il cambiamento  per il piccolo, non sarà ben accetto, è sembrerà all’inizio una buffa lotta tra bavagli e facce imbrattate, ma con pazienza e senza fretta lo educheremo ai nuovi sapori e presto la pappa diventerà un momento  atteso e gradito.

Nei  suoi primi menù, dove le verdure fanno da protagoniste, non mancherà l’aggiunta  di un cucchiaino di olio extravergine d’oliva che oltre  a fornire un buon apporto calorica fornisce una certa quantità di Omega 3, che inseguito assumerà nella dieta con il pesce, fondamentale per la struttura delle cellule, per la funzionalità del cervello, per l’acquisizione delle capacità neuro-psicomotorie.

All’Oro liquido di Omero vanno attribuite numerose virtù:

-protegge la mucosa gastrica;

-facilita l’assorbimento delle vitamine liposolubili (A, D, E,K );

-controlla il colesterolo;

-riduce il rischio di alcune malattie autoimmuni;

-regola la funzionalità epatica ed intestinale;

A questo va aggiunto che è ricco di elementi antiossidanti e antiradicali.

L’olio d’oliva, meglio se extravergine perche ottenuto dalla prima spremitura e quindi non soggetto a processi di raffinazione, va aggiunto tranquillamente nelle sue prime pappe perché non è solo un alimento ricco di pregi ma altamente digeribile e che dà più sapore alle minestrine del nostro piccolo buongustaio.

Immagini:

bambiniinforma.it

Scrivi un commento