Da 17 aprile 2009 8 Commenti Leggi tutto →

Tagesmutter o nido famiglia

ADV

Baby sitter? Nonni? Nido? Avvicinandosi il ritorno al lavoro della mamma, i genitori si trovano a dover scegliere quale sia la soluzione migliore per loro. Infatti è uno degli argomenti più gettonati sul social network per mamme più famoso del web “Mammacheclub”.

Oggi vi voglio parlare di un nido che sa di casa, una “tagesmutter” o “mamma di giorno”. Questa è la formula del nido in famiglia importata in Italia e già molto diffusa in Germania e Austria.

Le Tagesmutter sono mamme con bimbi che seguono un corso di formazione professionale, che prevede lezioni di psicopedagogia, pediatria, alimentazione, igiene, creatività, sicurezza, legislazione, cooperazione, marketing sociale, pronto soccorso, imprenditoria e organizzazione del lavoro. Alle lezioni in aula si affianca un tirocinio pratico indispensabile per sperimentare quanto appreso e per misurarsi in un contesto così impegnativo e carico di responsabilità.

La Tagesmutter lavora con un preciso progetto educativo proponendo ai bambini attività legate alla vita quotidiana, come ad esempio il momento della manualità che trasforma la cucina in un laboratorio tattile manipolando acqua, farina e mattarelli; il suonare uno strumento; la possibilità della presenza della figura di una nonna che racconta le favole. Ogni attività si basa sul rispetto dei tempi del bambino, valorizzando l’esperienza quotidiana e lo sviluppo dell’autonomia del bambino stesso.

I nidi famiglia rappresentano anche un modo per le donne di conciliare famiglia e lavoro, e per molte mamme è un modo per far uscire fuori di casa il proprio bimbo, lasciandolo comunque in un ambiente accogliente e familiare dove c’è meno possibilità che si ammali in quanto è possibile accudire da 3 a 5 bimbi massimo. Con  orari che sono estremamente flessibili per rispondere alle esigenze dei bambini e delle famiglie.

Insomma un nido per bimbi a misura di mamme. E voi cosa ne pensate? Ne avete sentito parlare nella vostra città?

Se qualcuna di voi fosse interessata ecco alcuni link utili:

Casa Bimbo
Tagesmutter Il Sorriso

La Casa Tagesmutter
Regione Veneto – Progetto Nido in Famiglia
Domus

Immagine:
afifamiglia.it

8 Comments on "Tagesmutter o nido famiglia"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. mariasole scrive:

    ciao a tutte le mamme,
    sono mamma educatrice/ direttrice di un nido familiare, l’idea è nata quasi 5 anni fa ero fidanzata, diventò il mio unico lavoro dopo 10 anni nelle scuole, il nido offre un servizio completo di
    qualita’.
    salone pappa e spazio simbolico
    motoria nanna
    stanza trasformabile stanza interattiva

    il lavoro piu’ bello del mondo educare i bambini

    servizio baby sitter
    per info 3334474700

  2. ogni famiglia ha le proprie necessità, possono essere di tipo economico o di scelta educativa.. credo che ogni mamma voglia sempre il meglio per i propri figli, e così in base alle proprie necessità scegli il tipo di servizio che più si adatta a lei .. non è questione di parcheggio.. diciamo anche che i nidi comunali costano di meno sicuramente dei nidi privati e di quelli familiari, quindi non biasimo un genitore manda il bimbo al nido famiglia per esigenza di lavoro e poi appena puo’ iscrive al nido comunale per esigenze economiche. nessuno può permettersi di giudicare le scelte di un genitore. io sono una delle tagesmutter di roma e vi posso dire che molto dipende dalle istituzioni. spesso le targhe smotret infatti sono disponibili anche in orari seralie dalla mattina presto e comunque accogliamo anche bimbi che vengono solo il pomeriggio ho solo qualche ora la mattina.
    il nostro servizio è pensato per tutti i genitori in particolare per quelli che hanno esigenze orarie diverse come ad esempio
    chi lavora e chi ha bisogno di orari più lunghi dei nidi normali.

  3. Bax scrive:

    Buongiorno io sono Barbara di Milano zona Lambrate e sono mamma ho 3 figli in età scolare e dal 2010 ho aperto il nido famiglia folletti e fate e sono contentissima di aver realizzato questo sogno è un lavoro davvero gratificante e pieno di fantasia, mi permette poi di poter star dietro anche alla mia “Tanta famiglia”.Una cosa che mi spiace è quando i piccoli vanno alla materna, ma poi li vedo comunque perchè mi vengono a trovare.
    se volete il 25/05/2013 dalle 15 alle 17 in via mosso (giardini)angolo via padova (c’è la festa di via padova)venite con i vostri piccoli a giocare con i colori. 😉

  4. LET scrive:

    buongiorno, io sono una futura neo-mamma e mi sto interessando per l’apertura di un nido famiglia nel mio domicilio. sapete se questi corsi della regione li fanno anche in lombardia? io sono di como. sarebbe molto interessante poter frequentarne uno. se non è molto chiedere, qual è stata la durata del corso e il costo dello stesso?
    grazie mille anticipate!!! ed in bocca al lupo per tutti i vostri progetti

  5. viviana scrive:

    se ti interessa sappi che il corso è imminente a verona credo a marzo

  6. Paola scrive:

    Ciao Viviana…è proprio quello che noi di Blogmamma stiamo cercando di fare!
    Non ti nego che anch’io, che vivo in Veneto, sono in attesa di fare il corso di cui tu parli… 😉

  7. viviana scrive:

    salve a tutte io sono una mamma ex lavoratrice (finchè era disponibile la nonna)che ha dovuto scegliere la famiglia a discapito del lavoro…vivo in valpolicella in un paese immerso nel verde magnifico ma dove per lavorare bisogna allontanarsi da casa e dove i servizi alla primissima infanzia sono scarsi e sempre con liste d’attese lunghissime….dopo un periodo di inattività ho fatto la scoperta di questo corso della regione veneto per formare collaboratrici educative specifico per avviare al propio domicilio un nido in famiglia il corso è stato interessantissimo e mi ha fatto innamorare di questo progetto solo che….mi sono scontrata con la realtà …la totale ignoranza sul progetto nido in famiglia che viene scambiato per un parcheggio in attesa di essere accettati al nido oippure il parente minore che deve costare poco niente …i comuni ignorano …PARLIAMONE… facciamo passare il messaggio positivo facciamo capire che è un’alternativa alla pari di un nido tradizionale anzi per i bambini al di sotto dei 12 mesi è consigliabile un nido in famiglia per ammalarsi di meno ed essere seguiti di piu !!!! scusate lo sfogo ma per una volta che esiste un progetto regionale valido bisognerebbe parlarne e non farlo passare sottobanco come fosse l’ultima spiaggia per fronteggiare la crisi chi sceglie di occuparsi dei bambini lo fa per passione…..grazie

Scrivi un commento