Tanti giochi semplici e divertenti per un compleanno da ricordare

ADV

Per organizzare un compleanno speciale ci vuole tanta ...fantasia!

Si avvicina la fatidica data del compleanno di uno dei vostri figli e non sapete assolutamente che fare? Vorreste organizzare una festa memorabile ma non disponete dei budget faraoinici delle protagoniste di Party Mamas (serie tv trasmessa da Real Time). Non volete affidarvi ad un’agenzia, tanto meno optare per il solito fast food. Non disperate! Abbiamo la soluzione…
Basta solo un pò di organizzazione. E si sa le mamme in questo sono bravissime!

Innanzitutto occorre valutare gli spazi che si hanno a disposizione nel proprio appartamento e in base a questo suddividerli in aree funzionali,  creando una zona sgombra da mobili in cui svolgere i giochi e una dedicata alla merenda, attrezzata con un tavolo su cui disporrete bibite e cibarie. Non servono tante sedie o punti d’appoggio. I bambini amano stare seduti per terra. Per questo potete usare un bel tappeto o delle coperte colorate come se fosse un pic nic.

Il numero degli invitati stabilitelo voi. I bambini per divertirsi non hanno bisogno delle attrazioni di un parco divertimenti, piuttosto di stimoli e coinvolgimento e quando sono impegnati anche se sono in tanti è molto facile gestirli. Non dimenticate la musica, preparando una compilation con le canzoni preferite dai più piccoli e una lista su cui appunterete tutte le cose da fare.inviti, spesa, sistemazione appartamento, gadget….ecc…Ma soprattutto cercate di coinvolgere il festeggiato nell’organizzazione, riservandogli solo qualche sorpresa!

 

Ed ora occupiamoci della parte più “seria”: i giochi da proporre per rendere la festa una giornata assolutamente memorabile. Potete scegliere quello più adatto in base all’età degli invitati. Ricordate ogni gioco è una traccia, potete personalizzarli tutti!

 

Una bella festa è quella dove tutti sorridono e si divertono!

Dai due ai sei anni: questa è l’età della scoperta e delle esperienze di attività in gruppo. Vi suggeriamo dei  giochi che contribuiscano a farli raccogliere, incentivando lo spirito di squadra…e che stimolino la loro fantasia.

Scegliete lo squalo e il pesciolino tra i giocattoli dei vostri bambini!

Attenti allo squalo! E’ una variante del gatto e il topo. I bambini a questa età amano molto i pesci e le creature del mare. Può essere un gioco da fare nell’attesa che arrivino tutti gli invitati.

Fate sedere in cerchio i bambini e procuratevi due peluche : uno rappresenterà lo squalo e l’altro un piccolo pesciolino. I bambini dovranno passarsi velocemente i due animali, stando attenti a non farli incontrare. Una variante sta nell’utilizzare la musica e fermarla per vedere se lo squalo riesce a catturare la sua preda.

 

 

 

 

Un telo può diventare mare, vento, riparo...basta animarlo con fantasia!

Il mare: questo gioco è molto semplice, facile da proporre e  prevede tante varianti. Procuratevi un telo, va benissimo un copridivano preferibilmente nei colori del mare. Ogni bambino si disporrà intorno al “telo-mare” e ne terrà un lembo. Al vostro via scatenate le onde, fate soffiare i bambini, incitateli a muovere il “mare”.

Prima variante: la musica: fate muovere il mare sulle note di una canzone. Ogni volta che la musica si ferma i pesciolini, vanno a terra e si mettono a dormire.

Seconda variante: i pesciolini. Potete lanciare sul telo un pesciolino di peluche. Quando cade per terra, ci si ferma e si fa una piccola penitenza tutti insieme!

 

Dai sei ai dieci anni: i bambini sono più abitutati a giocare in gruppo. Amano le sfide. Maschi contro femmine, tifosi di una squadra contro l’antagonista, rossi contro blu….quindi sfruttando questa loro propensione potete suddividere gli invitati assegnandogli al momento del loro arrivo un numero (Pari vs Dispari), una carta (Picche vs Cuori), un colore (rossi vs verdi), una spilla, una figurina, un fiore e così via…..

In base al raggrupamento prescelto avrete tante squadre con cui organizzare delle appassionanti staffette. Disponete le squadre in fila indiana e iniziate le vostre olimpiadi!

I bambini amano le sfide: organizzate delle mini olimpiadi

 

Prima prova: gonfiare i palloncini. A turno i bambini raggiungeranno la postazione (una sedia) e li troveranno dei palloncini sgonfi, ognuno ne gonfierà uno e poi lo andrà a legare su un filo o a mettere in una bacinella. Vince la squadra che gonfia più palloncini nel minor tempo, oppure quella che li gonfia tutti per prima.

 

Seconda prova: bucare i palloncini. Mica vi potete riempire la casa di palloncini. Governate il caos!!! Di nuovo disposti in fila, a turno i bambini dovranno prendere il palloncino dalla postazione e bucarlo sedendocisi sopra, schiacciandolo con il piede….e poi torneranno alla loro posizione.

Gonfia e sgonfia i palloncini: che divertimento!

 

 

Terza prova: Lo spaventapasseri. In questo caso vi dovrete procurare tante mollette e distribuirle in egual numero alle squadre. Ogni squadra sceglierà un compagno che rappresenterà lo spaventapasseri su cui ognuno a turno attaccherà una molletta. Vince la squadra che per prima completerà il suo “mostro”.

 

Quarta prova: il canzoniere. In questo caso vi servirà la musica. I bambini ascolteranno una canzone, per un minuto, poi quando saranno sicuri della risposta correranno alla  postazione suoneranno una campanella e diranno il titolo del pezzo. Per ogni risposta corretta viene assegnato un punto.

 

Di ogni staffetta potete fare tantissime varianti. Procuratevi una lavagna su cui scriverete il nome delle squadre e poi aggiornerete il punteggio. Un fischietto, dei campanelli e una clessidra o un cronometro.

 

Per le premiazioni ricordate che con la pasta di sale è possibile realizzare delle bellissime medaglie  oppure potete stamparle sulla carta e poi ritagliarle e personalizzarle insieme al festeggiato!

Buon divertimento e mi raccomando ricordatevi di fare tante foto!

 

Fonti

http://www.dailybest.it

http://www.cosepercrescere.it

 

Scrivi un commento